Daniele Cernilli vola via! Da Hong Kong a RomaTempo di lettura: 2 min

Daniele Cernilli è andato via. Confermiamo i rumors della blogosfera che lo davano in partenza da questa mattina. In realtà è partito nel pomeriggio da Hong Kong alla volta di Roma contando i numeri del successo della presentazione dei Tre Bicchieri 2011. 600 operatori intervenuti e moltissimi produttori (non ho fatto in tempo a prendere nota di tutti i nomi che mi ha elencato), il discorso della Console italiana, la presenza di Barry Burton “il più importante giornalista del vino a Hong Kong” (confesso la mia ignoranza) e la bellezza del Dynasty Club dove si è svolta la manifestazione (potete sfregarvi gli occhi a questo indirizzo).

Ci siamo sentiti per telefono poco prima del suo imbarco e mi ha raccontato il successo della manifestazione che si è svolta al Dynasty Club “un posto fantastico, tra i più belli in cui abbiamo mai organizzato le nostre manifestazioni all’estero”. Con lui, a condividere il successo dell’evento, Paolo Cuccia, patron del Gambero.

Cernilli-Cuccia-Barra-Perrotta

Ma come, nessun abbandono del Gambero Rosso? Mi ha risposto ripetutamente nel corso di questa che è stata una nostra solita telefonata tra amici (con la sola differenza rispetto al solito che era una chiamata intercontinentale piena di pause dovute al segnale) di non pensare affatto a lasciare la direzione del Gambero nè si aspetta di dover mollare proprio alla fine di un anno molto positivo che chiude con un bel bilancio. Anzi, Cernilli considera “praticamente completato” il risanamento dei conti aziendali.

cernilli-al-goccetto

Più in dettaglio, in merito ai rapporti con Franco Ricci “un vecchio amico”, mi ha detto che stanno organizzando una grande degustazione di Sassicaia, il cui incasso verrà devoluto all’Unicef, che si terrà a Roma a febbraio prossimo e quindi in questo periodo i loro contatti sono più frequenti.

Anche il rapporto con il sindaco di Milano, Letizia Moratti, è del tutto personale “siamo amici di famiglia e sono onorato della cordialità che mi riservano”.

La riunione del 16 dicembre è un appuntamento fissato da tempo per scambiarsi gli auguri di Natale e che non ha carattere amministrativo. Ho potuto leggere l’email (a firma congiunta di Daniele Cernilli e Paolo Cuccia) inviata ai principali collaboratori del Gambero il 29 novembre che la convoca “per commentare con voi l’andamento dell’annata 2010 e pianificare insieme le prospettive per l’anno 2011. Sarà un’occasione importante per incontrarci e soprattutto per scambiarci gli auguri di Natale”.

Tutto chiarito? La posizione ufficiale di Daniele Cernilli è questa. Ma non meravigliamoci del mosto che bolle e diventa vino ancora più buono di quello che pensavamo!

19 Commenti

  1. Credo che il dott. Cernilli abbia ormai ben poco da condividere con il nuovo corso nazional popolare del Gambero Rosso. L’uomo è a tutt’oggi il numero uno del vino in Italia e spero sia in grado di difendere la sua posizione ma fuori dal Gambero, perchè è chiaro, la parentesi è chiusa. Con o senza smentite, che fanno parte del gioco.

  2. ha risposto a ilcobranonèunserpente: Io aspetto ogni anno l’uscita della guida, e come me molti mie conoscenti. I tre bicchieri sono stati sempre affidabili e garanzia di qualità. Sarò nazionalpopolare!
    Temo che una eventuale fuoriuscita di Cernilli dal gambero sarebbe un guaio per questa pubblicazione storica

  3. ha risposto a Ugo: Ma il guaio è già successo! Il guaio è stato cacciare Bonilli, il fondatore di questa guida, il guaio è stato fare entrare una proprietà della quale si dice molto e si sa ben poco. Il lettore finisce per non fidarsi. Ti fidi ancora, Ugo, di una guida che consegna un numero così elevato di premi? Per me la guida del Gambero Rosso è stata un punto di riferimento, ora non lo è più. Mi spiace dire questo poichè all’interno della redazione e fra i collaboratori ci sono persone veramente valide, ma secondo me, qualora Cernilli lasciasse sul serio, queste figure sparirebbero, cercherebbero di lavorare altrove. Cernilli farebbe bene ad andarsene e spero che lo faccia, magari ha un progetto. E’ il miglior assaggiatore che abbiamo in Italia, se a questo punto cerca una sua autonomia per me ha ragione.

  4. In genere quando c’è fumo prima o poi, cercando bene, si trova anche l’arrosto. Detto questo io sono amica di Cernilli e non mi ha parlato di nulla di tutto ciò. Non esiste comunque una figura all’interno del Gambero in grado di sostituire la sua autorevolezza come degustatore. Un’eventuale conferma delle voci che girano recherebbe più danni al Gambero che a Daniele e io mi auguro che questo non accada. A mio avviso però anche il licenziamento di Bonilli è stato un boomerang. Bonilli e Cernilli dovevano mantenere il nome in ditta, come si dice a teatro.

  5. Ho letto che Cernilli andrà da Franco Ricci…me li vedo insieme…due Wande Osiris non possono salire sullo stesso palco. Ammesso che sia vero.

  6. Aggiungo che è vero che ci sarà una grande degustazione di Sassicaia con incasso devoluto all’Unicef, me lo ha confermato Ricci ed è per questo che i due si sono incontrati, oltre al fatto che fra Ricci e Cernilli corrono rapporti di stima di vecchia data, Cernilli insegnava ai corsi A.I.S.

  7. ha risposto a Cristiana Lauro: Mah io da collaboratore della guida spero proprio che siano voci. Daniele è un maestro ed una guida isostituibile per tutti noi… Per me è soprattutto un amico! Vedremo, la notizia mi sembra farlocca per ora…
    Ciao A

  8. un argomento interessante come la paleografia Maori… il volo che mi interessa dovrebbe partire il 14. sola andata!
    spero tornerete presto a parlare di vino che mi risulta essere l’oggetto sociale della ditta

  9. ha risposto a Alessandro Bocchetti: Per la caduta del Governo!?!?!???? 🙂 🙂

    @ per umberto geco secondo me parlare del direttore della più autorevole testata, che ha segnato un’epoca per il modo in cui ha raccontato e contribuito a rendere più diffuso e accessibile il vino,è parlare concretamente di vino nel senso più stretto.

  10. ha risposto a Alessandro Bocchetti: Ps quello che manca è il senso del ridicolo… E delle convenienze. Farebbe bene un poco di contezza ma dovrebbero iniziare a capire cosa sia… Fini intellettuali della magna Grecia… 😉
    Ciao A

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui