New York, ecco dove mangiare le migliori ostriche delle due Coste

Tempo di lettura: 2 minuti

Insieme al Breslin e allo Stumptown Coffee, fa parte della triade delle destinazioni gourmet del modiaolo Ace Hotel, un hotel di Gramercy, l’esclusivo quartiere che circonda il Gramercy Park, a Manhattan. Parliamo del John Dory Oyster Bar, che ha aperto a novembre e, come gli altri due locali della Grande Mela, è il frutto dell’ingegno dello chef April Bloomfield e del ristoratore Ken Friedman. Si tratta, in realtà, della loro seconda avventura targata JDOB: il primo John Dory Oyster Bar ha aperto infatti nel Far West Chelsea, un’avventura a dir poco ambiziosa e mai completamente decollata.

Il John Dory 2.0 è situato all’angolo tra Broadway e la Ventinovesima Strada, nel quartiere Flatiron. Le grandi finestre in vetro e ferro sono affiancate per tutta la lunghezza da lunghi banconi in rame. Al centro la zona pranzo, piena di tavoli alti. I posti più richiesti sono i cinque del bar dei crostacei e molluschi, dove vengono sgusciate le ostriche e preparato il granchio di Dungerness. Per guadagnare questa posizione è necessario avere pazienza, fortuna o essere un cliente dell’Ace Hotel. Ad eccezione che per loro, infatti, il John Dory non accetta prenotazioni.

Quattro le sezioni del menù del JDOB: Crostacei e molluschi, Crudo, Antipasti e Piccoli piatti. Ovviamente l’attrazione è il menù Crostacei e molluschi, con la sua straordinaria selezione di ostriche della costa orientale e occidentale che varia secondo le disponibilità del mercato. Senza dimenticare anche i piatti del menù Crudo che sono ottimi. Eccellente il Ceviche di cannolicchi, dolce e acido, assaggiato di recente. Buonissimi anche, dal menù piccoli piatti, il calamaro ripieno del risotto di salsiccia chorizo e zafferano condito con pomodori affumicati e la zuppa di ostriche con panna e dragoncello servito con un crostino di ricci di mare.

La ricca lista di vini francesi è arricchita con bottiglie provenienti da Spagna, Italia, Austria e America. Presenti anche due vini dello Stato di New York sfusi e un’ampia selezione di birre locali.

The John Dory Oyster Bar. 1196 Broadway. Tel. (212) 792-9000 (Aperto fino alle 2 di notte)

Foto: Evan Sung for The New York Times

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui