L’unione fa la forza. Raddoppiano gli acquisti di gruppo in rete

Tempo di lettura: 2 minuti

Qualcuno ricorderà TuangOn, Il sito sbarcato su Internet l’anno scorso per proporre a gruppi di utenti cene, vacanze e altre amenità a prezzi d’affare. Erano i primi passi, in Italia, dei gruppi di acquisto online, sottocategoria della modalità Coupon/Rewards. Era sicuramente l’esordio di un sistema di vendita destinato a crescere rapidamente. Che oggi raddoppia il numero degli utenti, passati, secondo i dati contenuti nel Media Monthly Report (febbraio) di AcNielsen, da 4,3 milioni a dicembre del 2009 agli 8,7 attuali. Un dato che certo non stupisce nello scoppiettante mondo di Internet, che a dicembre ha toccato quota 25 milioni di navigatori attivi e registra incrementi a due cifre per numerose categorie di siti (cibo e cucina: +25%, moda e bellezza: +41%, musica: +29%).

Dopo TuangOn arrivò Cidydeal, dell’americana Groupon che negli Stati Uniti aveva già conquistato milioni di utenti e che oggi si divide il mercato italiano con un altro gigante mondiale: Groupalia, cui si aggiunge OfferBox, il sito specializzato in offerte speciali (inviate dal sito direttamente sul pc degli iscritti). “Una scusa al giorno per uscire di casa e vivere la città”, recita TuangOn per invogliare gli utenti a consultare quotidianamente il sito a caccia di occasioni di divertimento più accessibili del normale.

E proprio al popolo delle città, sempre più numerose sui siti specializzati grazie alla diffusione capillare sul territorio di agenti che stipulano accordi e convenzioni con esercizi commerciali, si rivolge principalmente questo strumento di vendita. Con tentazioni varie come massaggi, hammam, servizi fotografici, viaggi, prodotti e trattamenti di bellezza, spettacoli teatrali e cinema, eventi sportivi e, naturalmente, cibo. C’è il sushi, la pizza, il vino, l’agriturismo, la cena tipica bavarese, la cena a base di carne danese. A condizioni rese competitive dalla presenza di più acquirenti che insieme riescono a spuntare condizioni di favore acquistando a prezzi scontati del 50-60% con punte fino al 90%.

Come nei Gruppi di Acquisto Solidale è l’unione degli acquirenti che fa la forza. Con una differenza: nei gruppi di acquisto online il gruppo si forma su input di un sito che propone un’occasione che si attiva soltanto in presenza di un numero minimo di acquirenti. All’utente la libertà di aderire o meno. Se intende farlo, si registra sul sito, acquista tramite pay pal o carta di credito ma paga soltanto se il numero minimo di adesioni viene raggiunto, ricevendo un coupon tramite posta elettronica che attesta l’avvenuto acquisto del prodotto o del servizio.

Fonte: AcNielsen

Foto: mooseek.com, livextention.wordpress.com, ecoo.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui