Uliveti del Lazio festeggia la table-à-huile con gli chef a Convoglia

Tempo di lettura: 2 minuti

Uliveti del Lazio è un’associazione senza fini di lucro che ha come obiettivo la valorizzazione delle aziende olivicole e olearie del territorio laziale. Sono 24 le aziende, distribuite nelle 5 province, che hanno aderito al progetto di promozione che vede protagoniste le 4 DOP Canino, Sabina, Tuscia e Colline Pontine. Il livello di qualità delle produzioni è controllato analiticamente da un laboratorio convenzionato con Uliveti del Lazio e dal panel ufficiale della più grande associazione nazionale dei produttori olivicoli, l’Unaprol, che effettua le analisi sensoriali. Entrambe le strutture sono all’interno del territorio laziale.

La valorizzazione dell’olio di oliva prodotto nel Lazio ha come portacolori anche gli chef che si sono riuniti intorno a Table-à-huile, un circuito che porta nei ristoranti i prodotti delle aziende associate. Un marchio che è anche un evento e la seconda edizione si è tenuta al ristorante Convoglia di via Giolitti.

Sul palcoscenico dei fornelli si sono alternati gli chef Alessandro Cecere, Arcangelo Dandini, Dino De Bellis, Riccardo Di Giacinto, Severino Gaiezza, Marco Gallotta, Francesco Magiar Lucidi, Fabrizio Mari, Massimo Morresi, Amedeo Zonetti con l’obiettivo di esaltare i sapori dell’olio extra vergine di oliva laziale in piatti della cucina romana tipica e innovativa. “Abbiamo voluto ripetere questa competizione riaccendendo entusiasmo e interesse verso uno dei prodotti simbolo del vero made in Italy nel mondo: il nostro olio extra vergine di oliva”, ha commentato Loriana Abbruzzetti, presidente di Uliveti del Lazio che ha invitato i produttori associati ad animare la serata cui hanno dato sostegno l’Assessorato alle Politiche Agricole e Valorizzazione dei Prodotti Locali della Regione Lazio e l’Agenzia regionale per lo Sviluppo e l’innovazione dell’Agricoltura del Lazio (ARSIAL).

Prima della cena, il capo barman dell’Hotel de Russie, Massimo D’Addezio, ha proposto Bloody Mary accompagnato dai finger food a base di olio extra vergine di oliva preparati dagli chef.

E a seguire il menu preparato con un bel gioco di squadra. Sommerso-Emerso; Tiramisù di baccalà mantecato all’Olio; Pasta e fagioli del purgatorio, Cozze e Maltagliati al Kamut; Guancia di Vitella Brasata con purea di castagne all’Olio; Semifreddo alla Vaniglia e Olio d’Oliva.

Foto e video: Enrico Chelli

1 commento

  1. Grazie Vincenzo. è stata una interessante iniziativa che spero avrà presto seguito. il merito di tanto successo di stampa e sopratutto di pubblico agli amici/chef che insieme all’associazione Uliveti del Lazio vogliono valorizzare l’olio extra vergine di qualità della regione Lazio. A presto, dunque!!!! Loriana. Presidente Uliveti del Lazio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui