L’Europa ha definito la ripartizione del finanziamento ai 24 Stati Membri relativo al progetto ‘Frutta nelle scuole’ per l’anno scolastico 2011-2012. Dei 90 milioni di euro complessivamente stanziati per incoraggiare il consumo di frutta e verdura fresca nei bambini europei della scuola primaria, il contributo più alto toccherà all’Italia: 18 milioni di euro (11 milioni andranno alla Germania, 10 alla Francia, 9 alla Polonia, 8 alla Romania e 6 alla Spagna).

Una cifra di poco inferiore a quella già toccata all’Italia per l’anno scolastico in corso: 20 milioni di euro, risultato di un’assegnazione comunitaria iniziale di 9.521.200 euro ai quali si erano aggiunti 11.418.947 euro provenienti da fondi europei non impegnati da altri Stati Membri.

Il progetto, partito a marzo, ha coinvolto 1,3 milioni di alunni italiani distribuiti sull’intero territorio nazionale per un totale di oltre 8.000 tonnellate di frutta distribuita (intera, frazionata o centrifugata e proveniente da agricoltura biologica,  da produzione integrata o certificata Dop e Igp).

Il bando di gara per la fornitura dell’ortofrutta nell’anno scolastico 2010-2011 sarà pubblicato sul sito dell’AGEA.

Foto: fruttaonline.it, fruttanellescuole.gov.it

1 commento

  1. Chissà perchè nelle scuole medie e superiori si vedono sempre le macchine che sputano merendine e grassi idrogenati…. Si vede che non sono più da proteggere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui