I prezzi più bassi li trovi all’Iper Galassia #sapevatelo

Tempo di lettura: 2 minuti

Verona la meno cara, supermercati medio-piccoli sempre più concorrenziali, Pisa, Firenze, Modena, Padova, Arezzo, Treviso, Alessandria, La Spezia, Perugia e Bologna in cima alla classifica dei prezzi più convenienti, decisamente più statiche le piazze del Sud con la sola eccezione di Napoli, piazza sempre più concorrenziale.

Questi, in sintesi, i risultati della rilevazione che ogni inizio di autunno Altroconsumo offre ai consumatori italiani, una mappatura dei supermercati italiani  più convenienti e dell’offerta di spesa nei settori alimentare, casa e igiene personale. Quasi mille supermercati in 61 città per un totale di 108 categorie merceologiche (solo prodotti a marchio confezionati) e 887 mila prezzi sono stati monitorati dall’associazione che ha anche stilato la classifica delle insegne più convenienti.

Galassia al primo posto (punteggio 100), seguito da U2 Supermercati (gruppo Unes), Panorama, Iper e Esselunga con rincari dell’1-2% rispetto alla prima in classifica (punteggio 101 e 102). Seguono Iper Simply, Ipercoop, Leclerq Conad, Auchan, Pam, Iperfamila, Bennet e Alì che presentano rincari intorno al 3%, sempre rispetto al primo classificato. Fanalini di coda Gulliver, Despar, Di meglio e Billa dove i rincari salgono al 9-12%.

La concorrenza si conferma (ce n’era bisogno?) il grande traino della convenienza. Come dimostra il fatto che supermercati della stessa catena non praticano gli stessi prezzi e i listini salgono o scendono in funzione della presenza o meno di altri punti vendita nella stessa zona. Dalla stessa dinamica risentono ormai anche i punti vendita medio-piccoli, sempre più gettonati dai consumatori italiani: promozioni a go go e prezzi in picchiata se nei paraggi c’è la concorrenza, listini in ascesa se si si è sovrani del mercato di zona.

A Milano il primato della convenienza va a U2 Supermercato di via Trilussa a Quarto Oggiaro, a pari merito con Esselunga di Via Palizza, sempre a Quarto Oggiaro. Seguono Iper di via Eugenio Curiel a Rozzano, Esselunga di via Missaglia, Ipercoop di viale Umbria,PAM di via Padova, Esselunga di via Feltre, Simply di via Traversi, Iper di via Don Luigi Palazzolo e Simply   di via Stelvio, dove la spesa costa fino al 2% in più. Anche a Milano la maglia nera è andata a Billa (punto vendita di Via Palmanova), insieme ai Punto Sma di via Mancini e via Piranesi (+17% dell’aggravio di spesa rispetto al primo classificato).

A Roma a guidare la classifica c’è DOC di via del Fosso Del Torrino 4/10 seguita da due supermercati Panorama (Via Collatina 858/860 e in via Valeria Tiburtina 757). Dietro Auchan di Via delle Vigne Nuove 201 e Carrefour Market di via Pinzolo 4, PAM di Via Della Bufalotta, Iper Triscount di Via Don Primo Mazzolari 169, Leclerc Conad di via Arola, 55 e Iper Simply di Via Torre di Mezzavia, 101. In fondo tre supermercati Billa, Supercastoro e Sigma.

[Fonte: ilsole24ore.com, ilfattoalimentare.it Foto: 03.ibm.com, ilsole24ore.com]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui