Questo l’ho fatto io! Il libro di Francesca Romana Barberini

Tempo di lettura: 3 minuti

Quante sono 600 puntate di un programma televisivo? Tante, sicuramente. E questo sarà il prossimo traguardo che a breve verrà tagliato da “Questo l’ho fatto io!”, probabilmente il più longevo format di cibo della televisione italiana, condotto con mano sicura da Francesca Romana Barberini, volto ormai storico del canale del Gambero Rosso.

Il programma, per chi non lo sapesse, ospita gente comune e non che vuole esibirsi ai fornelli per poi essere giudicati da uno chef: una sorta di “Corrida di Corrado” gastronomica che negli anni è diventata un affresco a volte minimale, a volte più complesso, della cucina italiana.

Il libro che oggi recensiamo è figlio del programma: l’autrice è la stessa Francesca, e il titolo è proprio “questo l’ho fatto io! – le cento migliori ricette del Gambero Rosso Channel”, il che spiega tutto… forse! Dico forse perché in realtà la cosa più interessante del libro non è l’elenco delle ricette – quanti libri ce ne sono in giro così? – ma la loro genesi e il fatto che siano abbinate ad un breve ritratto dell’autore, o meglio di colui che l’ha proposta in trasmissione, poiché sovente si tratta di memorie familiari o di grandi classici della cucina italiana.

Abbiamo perciò una piacevole trasversalità delle ricette e dei personaggi che le accompagnano; professionisti, operai, casalinghe, scrittori, gente pratica di cucina e non, uno Spoon River nostrano e meno lugubre, raccontato non dalle lapidi ma da pentole e fornelli, storie accomunate dalla passione per il cibo e la cucina, ma anche dall’amore per le nostre tradizioni e, perché no?, anche da quella sana voglia di stupire con un piatto ben realizzato.

Questo lega, a mio avviso, una semplice crostata al risotto ai peperoni giallorossi, o la trilogia di carbonara ai paccheri con sciarpa di lardo di colonnata (che nome!), ricette anche facili da realizzare e dal forte imprinting casalingo.

Il tutto è poi commentato da Maurizio Santin e Max Mariola, cuochi del Gambero e spesso giurati nel programma (il temutissimo Santin, il “Cuoco Nero”!), che con piccoli consigli aiutano la ricetta e chi la vorrà riprodurre a casa. Completa il libro una bella serie di istantanee di scena del programma, con i protagonisti impegnati nel loro lavoro.

Un libro piacevole e divertente, da acquistare e regalare e soprattutto, come scritto in quarta di copertina, da considerare un po’ nostro… un libro per tutti noi, quelli che, confessiamolo, vorrebbero andare a cucinare in tv!

P.S. la ricetta l’ho scelta proprio mirando alle caratteristiche di cui sopra: sapori di casa, forti e amorevoli legami col territorio… si sente, nel leggere, il profumo del sugo che riempie la cucina…

Orecchiette con la ricotta scante
(ricetta di Romualdo Mazzucco)

Ingredienti, per 2 porzioni

200 g di orecchiette
½ l di sugo fatto in casa
1 cucchiaio grande di ricotta scante (ricotta forte del Salento, di pecora, acidificata e conservata a lungo in barattoli)
50 g di pangrattato
1 scalogno
1 cipolla
Olio extravergine di oliva salentino

In una padella metto a soffriggere la cipolla tritata; subito dopo verso il sugo, che può essere indifferentemente preparato con la passata di pomodoro o fatto con pomodori pelati sbollentati.

A ¾ di cottura del sugo, dalla padella ne “estraggo” alcuni cucchiai nei quali sciolgo la ricotta scante.

Nel frattempo, in una pentola cuocio le orecchiette fatte in casa: la cottura varia dagli 8 ai 12 minuti e la differenza di tempo dipende dal fatto che le orecchiette siano di grano duro oppure di orzo.

Un minuto prima della fine della cottura scolo le orecchiette e le manteco nel sugo, con l’aggiunta di un po’ di pangrattato.

Alla fine, metto le orecchiette nel piatto e le condisco a strati: un primo strato di sugo “normale”, un altro di sugo con la ricotta scante sciolta; e sopra tutto aggiungo il pangrattato, che può essere sostituito con del parmigiano o del formaggio pecorino.

questo l’ho fatto io! – le cento migliori ricette del Gambero Rosso Channel. Francesca Romana Barberini. Gambero Rosso / AVallardi– euro 14,90.

4 Commenti

  1. Ho partecipato anch’io a “Questo l’ho fatto io!” E’ stata un’esperienza piacevolissima. Naturalmente avrei voluto veder pubblicata anche la mia ricetta: Risi, bisi e oca, ma non è stato così. Un po’ di delusione, ma sono contenta per gli altri. Peccato non poter più partecipare, le richieste sono troppe, altrimenti potrei ritentare. Il mio giudice era Igles Corelli e scusate se è poco. Complimenti e auguri per il successo del libro. Roberta Libero Montagnana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui