Coniugare prezzo e qualità a tavola è l’imperativo dei momenti di crisi, quando a dettare legge è soprattutto la variabile prezzo. Napoli offre, come molte città del Sud, ricette per un pranzo economico che possono essere condensate nella pizza (e qui trovate una classifica delle migliori pizzerie nel Centro Antico da poco pedonalizzato). Ma rispetto ad altre città del Meridione ha un aspetto particolare: negli anni ’90 è diventato un caso di studio per aver contrastato inconsapevolmente l’espansione della GDO, ostacolata da un concepire i luoghi del vendere come rappresentazione del quartiere e della necessità di avere un rapporto diretto con il gestore. Un muro che è venuto giù con qualche anno di ritardo, sufficiente a conservare un buon numero di botteghe. E Dora Sorrentino, figlia di uno dei salumieri più noti della città che da qualche anno non opera più in questo settore, ha compiuto un giro con il padre per stilare una mappa degli esercizi commerciali da segnare in rubrica. (V.P.)

Fare un giro tra le salumerie storiche di Napoli si è rivelata un’ottima occasione per rivivere con mio padre i suoi trascorsi da “maestro” in questo mestiere. Abbiamo individuato alcuni indirizzi dove fare una buona spesa che soddisfi non solo il palato, ma anche il portafoglio, ricordando che la scelta spesso è obbligata verso prodotti di alta qualità, spesso irreperibili nei grandi supermercati, e per questo motivo un pochino più costosi della media.

Ecco quindi la top ten delle salumerie partenopee.

Salumeria Prestieri

Dire Prestieri a Napoli (via Alessio Mazzocchi, 15. Tel. +39 081.7519670 ) equivale a raccontare la storia delle salumerie di questa città, una delle più conosciute e ancora molto gettonata. Una conduzione divenuta ormai quasi familiare con gli addetti ai lavori che offrono ai propri clienti ampie scelte di qualità, come il Prosciutto Crudo di Parma doppia corona. Voto 6.

Franco Nunziata

Da 52 anni in attività, prima con il padre Carmine e oggi con il figlio Franco, la bottega (Via Giuseppe Simonelli 44 – Quartieri Spagnoli – +39 081.5525695) è gestita con la cordialità e la passione che ha sempre contraddistinto questa famiglia. Si possono trovare prodotti di ogni tipo e per ogni esigenza. Ma sono soprattutto le pizze rustiche preparate da Carmine e i contorni da offrire ai clienti come alternativa gastronomica sono i principali motivi di attrazione. Voto 6,5.

Alimentari Nunziata

Giuseppe Nunziata continua la tradizione familiare che va avanti da circa 40 anni, dopo l’esperienza maturata attraverso gli insegnamenti del padre, uno dei pochi salumieri rimasti di “vecchio stampo”. Qui (Piazza Leonardo, 13) i clienti affezionati si recano soprattutto per la mozzarella aversana e per i salami provenienti dall’azienda De Lucia di Mugnano del Cardinale (Avellino). Voto 6,5.

La Parmense

Oltre al banco dei salumi, notevolmente ricco, Pasquale Polito (Via Francesco Cilea, 90. Tel. +39 081.5604831 ) si fa segnalare per quello della gastronomia: contorni in primis, come parmigiana di melanzane e zucchine alla scapece, cucinati in loco; ma anche polli allo spiedo e tortani a giorni alterni. Voto 7.

La Fonte Lattea

Il cambio di indirizzo da un marciapiede all’altro (Via Michelangelo da Caravaggio, 3. Tel. +39 081.7146121) non ha influito sul rendimento della salumeria di Michele Maresca che è più giovane rispetto alle altre essendo nata nel 1993. Tra i prodotti di qualità del territorio campano, i latticini che arrivano da Vico Equense. E c’è anche un’ampia scelta di vini. Voto 7.

Panna

Dal 1963, Rosario Orabona gestisce il suo negozio Panna (Piazzetta Arenella, 13. Tel. +39 081.5565945) con notevole successo per l’elevato livello dei suoi prodotti. Negli anni, la sua professionalità lo ha portato ad aprire nuovi punti vendita in altri luoghi della città, come quello del Centro Direzionale Isola A. Tra i classici proposti, il prosciutto crudo di Parma dell’azienda Capanna. Voto 7,5.

Gastronom

Anche la salumeria di Giorgio Di Vicino è molto giovane. E’ nata nel 2005 (Via Diocleziano, 322), ma la tradizione familiare è lunga. Oltre alla vasta scelta di latticini dei Caseifici di Brezza (Caserta), l’occhio non può che cadere sui prodotti di gastronomia, cucinati quotidianamente. Tra i gettonati, la pasta e fagioli, la pasta a ceci e, per chi vuole esagerare, il Pacchero alla Veneziana, condito con ragù, fior di latte e panna. Voto 8.

La Baita

Grazie alla professionalità ed alla passione, Roberto Bianchi e il suo staff del negozio (Via Mergellina, 219) hanno meritato diverse segnalazioni. Oltre ai prodotti di gastronomia, devotamente cucinati nel laboratorio di famiglia a Casoria, Roberto propone anche salumi e formaggi della Ciociaria, porchetta di Ariccia e salame piccante essiccato. Voto 8,5.

Genovese

A soli 11 anni, Vincenzo Genovese decide di abbandonare la scuola per lavorare inizialmente come garzone nelle migliori salumerie di Napoli, per poi specializzarsi nel mestiere fino all’apertura 44 anni fa del suo esercizio commerciale (Via Domenico Cimarosa, 41). Da Genovese molti sono i prodotti provenienti dalle aziende artigianali del territorio italiano ed in particolare di quello campano, dalla colatura di alici di Cetara ai tartufi dell’Irpinia. Voto 9.

Alimentari San Martino

Per i vomeresi e per i turisti che si sono trovati negli anni a passare sulla strada che porta al Museo di San Martino, difficile dimenticare la salumeria “Sorrento”, il sogno di Raffaele Sorrentino, un’esperienza lunga una vita, maturata da quando a soli dodici anni decide di abbandonare il suo paese di origine, Palma Campania, per cercare fortuna in città e aprire il negozio (Via  Raffaele Morghen 74/A. Tel. +39  081.5586715). Dal 2005 cambia tutto ed è Rosario D’Alessandro a tenere le redini del negozio, anch’egli proveniente da una lunga gavetta nelle botteghe della città dall’età di 13 anni. D’Alessandro continua sulla stessa linea per la scelta dei prodotti di alta qualità. Super gettonate da sempre le famose “colazioni”, ossia i panini preparati ad ora di pranzo per ogni gusto, con porchetta e provola in primis. O semplicemente il panino con la mortadella di remota memoria di Vincenzo Pagano. S.V. per conflitto di affezione.

1 commento

  1. Non so se lo sapete ma da qualche tempo la Salumeria Prestieri, o meglio Gennaro Prestieri, il figlio di Carmine Prestieri (attuale proprietario della suddetta salumeria) ha inaugurato un nuovo esercizio commerciale in Via dell’Epomeo il quale, da alcuni mesi, si è affacciato al mondo dell’online esportando la napoletanità e i prodotti tipici campani in tutta Italia. Il sito in questione è http://www.ilmozzare.it/ Visitatelo! 😉

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui