[Black Mamba incontra Luca Gardini. Seguiremo in diretta il confronto sulle note di degustazione]

Si parte… Oramai siamo ai cancelli di partenza. Enologica 2011 a Faenza sta per incominciare. La ghenga di Scatti di Gusto si è impossessata del Caravanserraglio, il salotto di Enologica, e cercheremo di animare con parecchi ospiti la discussione in fiera.

Il primo appuntamento che ci preme segnalare è alle 21,00 con il confronto incrociato tra la nostra Black Mamba Cristiana Lauro, volto noto del vino per la sua attività di wine-blogger e di comunicatrice e consulente nel mondo del vino italiano, e Luca Gardini, il famoso campione del mondo dei sommelier 2010 (solo per ricordare l’ultimo prestigioso traguardo)

Attraverso due linguaggi e approcci al mondo del vino, proveremo a ragionare sul linguaggio e le manie del vino italiano. Lo faremo come al solito con il bicchiere alla mano, assaggiando tre vini differenti tra di loro, che cercano di rappresentare altrettante tipologie del vino italiano.

Tre vini romagnolo-emiliani, nello stile di enologica, ma che rappresentano i vini dello stivale: il Radice di Paltrinieri, un lambrusco di Sorbara, affilato e seducente. Il Dinavolo, un macerato, ma fresco e spiazzante, e il Valturio, il noto e elegante sangiovese.

Ore 21:00 Luca Gardini e Black Mamba prendono posizione sul divanetto del Caravanserraglio.

Ore 21:06 Bocchetti presenta la più brava ma soprattutto la più bella degustatrice italiana. Black Mamba. Subito si inizia a provolonare. Luca Gardini non ci sta: il suo nick è Rocco Junior.

Iniziano le domande serrate

Professione:
BM: assaggiatrice, degustatrice e comunicatrice
RJ: sommelier. Poi dalle 23,00 altro

Cosa ti ha portato a Enologica
BM: Giorgio Melandri che mi ha invitato
RJ: C’era BM e qualcosa da fare con lei si può fare.

A che età hai cominciato a bere?
BM: a 15 anni
RJ: subito

Conosci l’altro?
BM: Certo e lo apprezzo
RJ: Ci sono venuto apposta

Degustare o bere?
BM: Bere
RJ: Bere

Decanter o bicchiere
BM: Bicchiere tutta la vita
RJ: Bicchiere

Vino preferito?
BM: Bordeaux, sono ritornata al Bordeaux
RJ: Nebbiolo

A che età hai capito che il vino poteva essere anche un lavoro?
BM: 30 anni quando ero a teatro e non ero la Duse!
RJ: Me l’han fatto capire

Hai mai usato un vino per conquistare o per essere conquistata?
BM: Sì, ricordo un Clos Parantoux di Henry Jayer. Il vino mi conquistò, il mio accompagnatore no.
RJ: Certo, da qualche parte bisogna pur iniziare

Voti o simboli?
BM: Tra bicchieri, bottiglie, chiocciole e scatti non si capisce nulla. Meglio un voto [ricordatemi di picchiare BM, ndr]
RJ: Non parlare male del vino. Meglio non parlarne.

Blog o Guide?
BM: Io eliminerei i commenti dai blog. Lo spazio commenti è insopportabile.
RJ: Tutti e due. L’importante è essere capaci nel settore.

Il miglior degustatore italiano?
BM: Gianni Fabrizio
RJ: Daniele Cernilli

E passiamo alle degustazioni.

1. Valturio Sangiovese 2008.

BM: Ho scritto un j’accuse sul Sangiovese e buona parte della responsabilità è dei winemaker che hanno voluto ingentilirlo per portare la Toscana all’estero. Questo vino, invece, sa di Sangiovese!
RJ: Tra tre mesi uscirà una cosa molto importante che ho fatto con altre 5 persone. Ho capito che l’Italia ha il grande patrimonio dei vitigni autoctoni. Le degustazioni sono riduttive, il vino va ascoltato. Questo vino mi racconta che sento davvero un Sangiovese, con un apporto sapido e minerale del frutto e sicuramente una sua personalità. Non l’ho mai bevuto e rimango molto impressionato per la sua bevibilità: come diceva veronelli se si finisce la bottiglia è buono. Il vino è terra e amore.

2. Lambrusco Radice Paltrinieri 2010.

RJ: Pulito,mi colpisce il colore e non è di quei lambruschi che ti cementano la bocca. Pulito e tagliente, il grande vino sta nella semplicità che ha, non tanti profumi, deve essere diretto… Dopo un rosso ti regge anche. Gambero rosso sulle novità e sul vero gusto mi ha sempre stupito anche se non amo troppo le guide. Se la guida indica un vino come questo dico magari ce ne fossero.
BM: E’ snello e mi piace molto. L’ho bevuto sui ciccioli secchi e questo è un vino che sui salumi va a nozze… Bella acidità che sgrassa.

3. Dinavolo. Lo presenta il produttore:vino bianco che fa macerazione, 4 vitigni della Val Trebbia, ha la pretesa di essere un vini del territorio

BM: E’ stato scelto per mettermi in crisi, non amo i macerati… Questo vino sorprendentemente, non per piaggeria, riesce a stupirmi, mi piace molto al naso e colgo una freschezza incredibile e lo potrei bere a secchiate.

RJ: Faccio fatica a capirlo, ma mi piace tanto. Mi piace tanto l’utilizzo di questi vitigni, ma è troppo estremista in bocca, spinge troppo su secchezza e sapidità, manca un po’ di ciccia (non alcool) e potrebbe avere più texture.

Bene. E ora andiamo a vedere di sgranocchiare qualcosa! A domani 🙂

36 Commenti

  1. …adesso che so di questo “evento” , mi tratterrò ulteriormente alla manifestazione/pranzo/degustazione da Enotec (Ivo) alla Casetta a Brisighella con gli altri amici forumisti del Gambero Rosso e manco mi faccio vedere in fiera…

  2. ha risposto a Alessandro Bocchetti: ..non solo tu:sto ricevendo valanghe di mail che mi esortano di esserci, che la manifestazione ha meno senso ed è meno qualificata se io non metterò almeno il mio capino e i miei bicipiti nelle ampie sale espositive…
    PS: eppoi parlo della “tenzone” ; se vengo è solo per conoscere di persona Cristiana…

  3. ha risposto a vinogodi: …come, d’altronde, Black Mamba qualifiva la manifestazione con il suo lato B e e la sua indubbia avvenenza …
    PS: pura constatazione dalle foto pubblicate, non amo millantare conoscenze dirette che non possiedo, né riferendomi alle femmine né nei vini…

  4. ha risposto a Antonello: Per me si sono divertiti a prendere tutti per il culo! Hanno caratteri simili in fondo. Lui forse più diplomatico per ruolo, lei fuori dagli schemi. Mi spiace non aver assistito, soprattutto alla faccia di BM quando si è trovata un macerato nel bicchiere. 🙂

  5. ha risposto a vinogodi: Magari invece qualificava la manifestazione perchè è brava. Non si capisce perchè i maschi siano bravi e le femmine solo bone. Se stava lì con Gardini sul palco evidentemente qualcosa saprà dire sui vini. a parte che si capisce da quello che scrive qui, una competenza non le manca di certo. A parte il fatto che io sia d’accordo o meno su certe sue posizioni.

  6. ha risposto a Alessandro D.: CITO:”Se stava lì con Gardini sul palco evidentemente qualcosa saprà dire sui vini”
    RISPONDO:…guarda che so leggere,seppur con una certa difficoltà dovuta alla mia scarsa scolarizzazione, e Cristiana la leggo sempre volentieri su Scatti di Vino. Il mio stupore, sorpresa e perplessità era proprio quella di vederla tenzonare con “l’enoscurtone Rocco Junior” che, pedegree a parte, leggendolo in qualche fugace intervista non mi sembra del livello, forse per inesperienza, della Nostra Eroina bionda…

  7. ha risposto a Antonia: …mi sembra chiaro; chi mi conosce sa bene quanto rodo (e quanto soffro nel mio intimo) di queste belle iniziative che non mi coinvolgono…

  8. ha risposto a Alessandro D.: TI CITO:”non si capisce perchè gli uomini sono bravi e le donne solo bone”

    RISPONDO citando l’estensore dell’articolo:”Ore 21:06 Bocchetti presenta la più brava ma soprattutto la più bella degustatrice italiana” … io ho solo annuito, anche se ne conosco di altrettanto brave ed altrettanto (ohps … quasi) belle…

  9. Dev’essere stato divertente questo confronto. Dalla foto mi sembravano in sintonia i ragazzi. Paltrinieri per me è il migliore Lambrusco che abbia bevuto.

  10. Marco poi sei andato a trovare Black Mamba ed animare Enologica?
    Rocco junior non gli fa neppure il solletico a codesta creatura 😉

  11. ha risposto a Hansen: …ero a Brisighella a fare una grande cena degustazione (due magnum di Tignanello 1990 e Chevaliers Montrachet 1986 da urlo, poi Arborina Altare 1996 sontuoso, un Suduiraut delizioso e Chateau Haut Bailly 1990 espressivissimo…più tutto il resto. Il tempo volato in splendida compagnia e , di conseguenza, Enologica neppure cagata di striscio anche se era ad uno sputo ed alcuni sono venuti alla verticale di Selvapiana, io ho preferito indugiare con la splendida combriccola gaudente. Qualcuno mi ha portato ,reduce dalla sera prima dallo storico incontro così bene documentato in questo thread con altrettanti vini da sogno, i saluti da parte di Black Mamba, ma penso scherzasse…

  12. ha risposto a vinogodi: Non scherzava, ti ho mandato i saluti per davvero dopo una piacevole chiacchierata in ricordo di Bologna…Mi sono molto divertita in coppia con Luca Gardini, mi sta veramente simpatico, come tutti i romagnoli, gente sanguigna, spontanea, gaudente. Ciao Vinogodi!!!

  13. ha risposto a Hansen: Ciao Hansen, bentornato! Luca Gardini mi ha fatto il solletico tutta la sera sul divano di scena. Davvero!…a parte il cazzeggio è stata una serata molto piacevole, l’uomo è ovviamente preparatissimo e talentuoso (sui vini intendo, il resto non so, non fraintendermi!) ma è altrettanto simpatico e divertente. Finalmente uno che ha i numeri e non li fa pesare. D’altra parte chi ha talento puro non ha bisogno di descriverlo agli altri. Si vede e basta. Ciao Hansen! ;-)))

  14. Ci tengo a ringraziare Giorgio Melandri e i suoi collaboratori perchè Enologica è una manifestazione molto interessante e ben organizzata dove mi sono mossa a mio agio con piacere e leggerezza. Ho assaggiato vini nuovi per me che mi hanno piacevolmente colpita. Mi interessa sentir parlare di questi vini, mi appassiona sempre più. Poi da emiliana mezza terrona devo dire che la simpatia e cordialità dei romagnoli non si batte!

  15. Ho letto con piacere di questo incontro Black Mamba-Gardini. Fa piacere vedere allegria e divertimento in un ambiente, quello enogastronomico dove troppi si prendono sul serio. Cristiana e Luca sembrano divertiti, non ho dubbi che questo clima sia stato il filo conduttore della serata. Complimenti da un appassionato! Non solo di vino!

  16. ha risposto a Gianluigi Del Mare: Sono d’accordo, Paltrinieri è un Sorbara eccellente. Poi non mangiavo da secoli dei ciccioli secchi così buoni, a Roma non si trovano…con quel Lambrusco erano veramente da sballo!

  17. Bello questo incontro! E che sciabola la Black Mamba: hai ragione, fa arrabbiare il sangiovese che non è sangiovese. vedere un’unghia così carica di colore che sembra ci abbiano versato la pece dentro. sul lambrusco si potrebbe aprire una discussione infinita. Ma chiarli non vi piace?

  18. ha risposto a Gennaro Maglione: Ciao Gennaro!
    A me Chiarli piace, preferisco Paltrinieri ma bevo Chiarli da anni con piacere. Che poi sia un bell’uomo, come indica Vinogodi, non so nulla e in genere il bell’uomo produttore di vino mi lascia indifferente, ne conosco tanti ma le mie attenzioni e le mie scelte in genere escludono l’ambito lavorativo.

  19. ha risposto a Gennaro Maglione: Vorrei anche chiarire che ho una grande passione per parecchi Sangiovese toscani, di varie zone, Chianti classico, Brunello di Montalcino e Nobile di Montepulciano, non solo, qualcosa di fantastico nella zona di Montecucco. Insomma, mi piace il Sangiovese da morire ma se non riconosco il vitigno (e io lo conosco benissimo, posso dirlo senza temere smentita) mi irrito. Sì., mi irrito proprio! Qualche Winemaker in Toscana e non solo, ha fatto disastri. Ma per fortuna l’epoca dei winemaker è finita.

  20. ha risposto a Cristiana Lauro: Be’, l’impressione che ha lasciato in tutti il Tignanello ’90 che ci ha fatto sentire ieri Ivo a Brisighella in mezzo a grandi vini da Nebbiolo la dice lunga su quello che si sarebbe potuto fare e non è stato fatto, col Sangiovese; in purezza o no, non penso sia questo il punto. E io il Tignanello in realtà da dopo l’82 non l’avevo mai amato molto, e l’ho frequentato ancor meno, forse a torto mi dico dopo ieri. Ma di esempi virtuosi ce ne sono come sai anche altri, magari meno in vista. Comunque, sappi che Vinogodi fingeva di non credere ai tuoi saluti, ma in realtà mi è sembrato fosse super lusingato…

  21. ha risposto a egio: Sono d’accordo sia su Tignanello, che anch’io frequento poco ma in verità apprezzo molto, sia su altri vini toscani decisamente virtuosi. Grazie Egio! P.S che Vinogodi con me faccia il sostenuto è cosa nota. Forse è timido, il solito insicuro. ;-)))

  22. ha risposto a Cristiana Lauro:CITO:” P.S che Vinogodi con me faccia il sostenuto è cosa nota. Forse è timido, il solito insicuro”
    RISPONDO ARROSSENDO:..non ti si può proprio nascondere nulla,vero, o mio navigato desiderio recondito…
    PS: dopo Rocco Junior, io non potrei far altro che sotterrami dalla vergogna …

  23. ha risposto a vinogodi: Be’, Rocco ha i suoi argomenti, in effetti! Ciao Vinogodi!!!!! Hai fatto male a non passare a Enologica, era carina la situazione, davvero!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui