Foodblogger. Il meglio della settimana. 23 gennaio 2012

Tempo di lettura: 5 minuti

L’ultimo appuntamento con il meglio dai foodblog è del 2 gennaio. Non è che in queste settimane non abbia letto, ma siamo stati un po’ presi dai cambiamenti da apportare sulla home page di Scatti di Gusto e sugli articoli. Cambiamenti per migliorare l’utilizzo e rispondere a qualche suggerimento arrivato via mail (grazie a tutti i lettori e in particolare a Francesca, ad Antonia e a Fausto). Ho avuto un occhio in particolare ai cambiamenti e a quelli registrati sui siti.

Sconfiggere le intolleranze

Lunedì 2 gennaio. Uno in peius ma che viene affrontato al meglio da Maricler che scopre di essere diventata intollerante a un bel po’ di cose. L’elenco campeggia in foto ed è veramente poco rassicurante. Mericler si affida a un naturopata e riassume le critiche ma come, stai male, e vai a farti visitare da una che usa gli impulsi elettromagnetici per capire cosa hai? Io andrei anche dallo stregone vudù per prosciutto o mozzarella. Ora sta a dieta e a fine gennaio vedrà se il percorso migliora (tradotto può spalmare Nutella). Nel frattempo ci segnala due blog: quello di Stella e  quello di Irene.

Cambio della moglie

Martedì 4 gennaio. No, non nel senso che si divorzia. Moglie da una vita l’ho conosciuta a Faenza durante Enologica e abbiamo scambiato un po’ di impressioni, indovinate, sul cibo, sul vino e sulle pizzerie. Già perché a Faenza ho assaggiato una pizza buona. Ho letto del trasferimento di indirizzo e ho seguito la nuova impostazione. Solo che mi devo essere perso qualcosa perchè ero sicuro che il disclaimer fosse a questo punto. Va bene, in bocca al lupo per la nuova veste (un po’ autoreferenziale!)

Quanto è difficile cambiare

Lunedì 9 gennaio. Conservare innovando. Più facile a dirsi che a fare. In un momento di cambiamento storico (insomma, una rinfrescata di home) ti assalgono tutti i dubbi possibili nonostante la costruzione di una griglia pignola che soppesa pro, contro, indicazioni, suggerimenti, contumelie. Mettete per esempio la parola “Archivi” che deve condurre indietro nel tempo. Sarà arcaica? Poco web 2.0? Iconcina dell’orologio che va indietro nel tempo? Mi consolo con un post sulla pasta perchè i carboidrati fanno venire allegria. Sono le note di Giacomo Robustelli su the Big Food. Tema la pasta Cavalieri. Io non cambierei nulla dei metafisici spaghettoni. E mi ricordo dei pastafariani. Forse assomiglio a qualcuno che fa gli scongiuri 🙂

Nuova veste grafica

Mercoledì 11 gennaio. Inizia l’anno e i cambiamenti sono ricorrenti come il Natale e il freddo. Sarà, ma di freddo nemmeno l’ombra mentre sembra che mezzo mondo si sia dato appuntamento per modificare indirizzi e veste grafiche. Leggo Ambra del Gattoghiotto che ha rivisto l’impostazione del blog. Maggior peso alle fotografie? Bisognerebbe chiederlo al maritino, per ora gli ingredienti dei contest sono sulla colonna destra.

Partecipare a un contest anarchico

Sabato 14 gennaio. Ho ricevuto una mail in cui mi chiedono perchè SdG non partecipa a qualche contest. Così sui due piedi mi verrebbe da dire che siamo più bravi a mangiare che a cucinare e che siamo poco decourbetiani. E quindi non c’è un contest che non abbia come tema una ricetta. Mi rispondono che non è vero e che dovrei vedere quello nuovo di zecca partorito dalle broccolette: Anarchy in BB. Vero in parte: dopo una prima selezione con i titoli consigliati dalla casa editrice Donzelli sarà la volta di partecipare con una ricetta. Intanto ho un elenco di libri, poi si vedrà (chi vincerà dei partecipanti che avranno aderito).

Una quasi foodblogger da 6 mila follower su twitter

Martedì 17 gennaio. Caterina Policaro, insegnante a Potenza e forte di più di 6 mila follower su twitter è una multitasking girl come si definisce. E le piace anche la cucina. Ne parla su Detto tra noi. Oggi è la volta della spesa di stagione con la raccomandazione delle verdure e degli agrumi ricchi di vitamina C. Meno male, non è solo tutto futuro blogosferico ma anche raccomandazioni tipo mettiti la maglia di lana. Forse è la scuola che preferiremmo, tradizione e innovazione (il resto è ammirazione da numeri!).

Una finestra sul mondo del gusto

Mercoledì 18 gennaio. Colgo l’occasione di una ricetta con patate e carciofi unita al ricordo di esami da superare e già superati (ancora con le vesti grafiche) per segnalare il blog Una finestra di fronte di Milena Stasi che seguo con piacere per le foto e le introduzioni leggere alle ricette. Anche lei fa parte della grande squadra di Gente del Fud che alimenta con prodotti il database delle conoscenze gastronomiche su Nokia (e non solo).

La foodblogger che aiuta i non celiaci a cucinare per i celiaci

Venerdì 20 gennaio. Stefania Oliveri la seguo dai tempi del 
“contest” promosso da Caris
di Cooking Planner per rispondere all’articolo sulle foodblogger ricoperte di cioccolato. La foto con il mattarello è poi diventato l’avatar della foodblogger che Vorrei essere Nigella!!!! La mia missione: aiutare i non celiaci a cucinare più facilmente per i celiaci! A me i pacchettini di riso con verdure sembrano invitanti.

Affamati ma con titolo

Sabato 21 gennaio. In questo periodo di rating di BBB e AAA mai nome fu più azzeccato. Accademia Affamati Affannati. Artemisia Comina se decide di stenderti lo fa con classe ed eleganza e con una discreta quantità di foto che spesso ti danno l’idea delle libagioni a Roma. Non so se questo post detenga il primato del suo blog, ma sicuramente deve concorrere al podio. Una cena di Natale per molti parenti con tante foto e in conclusione anche la solita nota pratica (questa volta dedicata al taglio del fico d’india). Che vorreste di più? Io sono un po’ incontentabile e qualche foto di maggiori dimensioni dei piatti l’avrei gradita.

7 Commenti

    • ha risposto a silvia.moglie: Ciao Silvia, il contorto pensiero vuole semplicemente nascondere la perdita del link al post in cui annunciavi il cambio: l’ho segnato al giorno 4 ma non lo ritrovo. 😀

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui