Masterchef 2. Vuoi partecipare? Allenati al ristorante!

Confessatelo il sogno nel cassetto di tutti voi professionisti dello zapping televisivo. Non ve ne frega delle mutande di Belen a Sanremo, a voi interessa il sì in cucina del trio Bastianich – Barbieri – Cracco. Ci state pensando: partecipare al prossimo Masterchef, seguire le orme dei vostri idoli Danny, Luisa e Federico. E vincere come Spyros. Da fame a fama, da oscuro/a foodblogger di provincia ad autore di un libro, dalla carta da forno alla carta stampata.

Ok avete tutti gli ormoni in eccitazione e allora preparatevi per la trasferta. Il vostro obiettivo è Parigi. Un jour, un chef ossia (e non state troppo a schizzinare sul titolo) Un giorno da chef, sottotitolo voi avete le ricette, noi ci mettiamo il ristorante.

La formula del ristorante alla Bastiglia è molto semplice. Vi sentite fighissimi gastromaniaci, sapete come conquistare gole e palati in una falcidia di umori, confit, basse temperature, km 0, manicaretti della mamma, della nonna, delle prozie e volete prepararvi al grande salto televisivo per aprire il ristorante tutto vostro da vincitori? Vedete se ci riuscite per un giorno a riempirlo, questo benedetto ristorante che cullate nei sogni.

Proponete un menu, scegliete un giorno e trovate 50 commensali disposti a venire alla vostra tavola. Lo chef per un giorno non paga niente e vive la giornata come un vero chef con 2 turni di cucina a pranzo e la sera.

Ovviamente c’è uno chef coach che vi segue per evitare incidenti di percorso. E’ Ludovic Delavaud, chef residente che si è inventato la formula appassionato pronto al grande salto (o professionista che vuole accorciare le distanze con il successo planetario). Spera che da lui passino i futuri chef della generazione 2.0 che per il momento indossano la giacca firmata del suo avanzatissimo locale.

Insomma, è come diventare i protagonisti nel proprio giorno del matrimonio, della laurea o uno di quelli in cui vi puntano addosso i riflettori. E se proprio non volete prenotare la vostra giornata da chef, potreste farlo da commensale. Con 30 €, esclusi i vini, la sera fate il percorso dei tre piatti. Volete mettere la soddisfazione di imbroccare lo chef giusto e dire fra 10 anni “L’ho visto quando portava i calzoni corti”?

[link: corriere.it]

5 Commenti

  1. mi ricorda alcuni programmi tv tipo “chef per un giorno” con i vip su la 7 o le sfide di “fuori menù” su real time 😛
    Fede.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui