A cena con Scatti. Scopri i nuovi piatti Le Coq abbinati ai migliori Fiano e Taurasi

Una cena all'Osteria Le Coq per conoscere il nuovo chef Stefano Preli, il Fiano di Ciro Picariello e il Taurasi di Salvatore Molettieri

Vino

Ci ha colpiti la classifica della degustazione dei 10 Fiano al Vinitaly. L’apprezzamento per Ciro Picariello è sempre più alto e diffuso e abbiamo pensato di portare il piacere di questo vino, per me legato all’estate e a molte serate marine, a Roma per una cena di degustazione di Scatti di Gusto. L’occasione è offerta dall’arrivo ai fornelli dell’Osteria Le Coq di Stefano Preli, giovane chef che si era già fatto apprezzare.

Una serata dedicata a una delle eccellenze vinicole della Campania con 3 annate del Fiano d’Avellino di Ciro Picariello (2010, 2007, 2006) cui fanno da contraltare rosso 3 annate di Taurasi di Salvatore Molettieri (una verticale di Vigna Cinque Querce 2001, 1996 e 1992) cui si aggiunge la Riserva 2004. Irpinia Superstar, dunque, con i due produttori campani che spiegheranno come nascono i loro apprezzatissimi vini e le degustazioni guidate da Maurizio Valeriani, Alessandro Bocchetti e Stefano Ronconi.

Il giusto contrappunto per conoscere anche il nuovissimo menu che Stefano Preli ha messo a punto al suo arrivo a Le Coq. Insieme a Silvia Battistel, patron e sommelier del ristorante, uno dei pochi esempi di bistrot all’italiana a Roma, hanno individuato un percorso di abbinamento pescando le portate dal menu appena varato.

I 3 Fiano saranno abbinati all’Uovo in camicia di pane raffermo con salsa al parmigiano e asparagi verdi e a un primo piatto, il Mantecato di riso Carnaroli, burro, acciughe del Cantabrico, nocciole e caffè.

I 3 Taurasi saranno degustati in abbinamento con un secondo dal profilo sostanzioso: Filetto di Maiale porchettato su salsa di asparagi verdi e cipolla infornata.

Per il Taurasi Riserva la degustazione prevede due formaggi presentati da La Tradizione di Roma di Via Cipro. Un caciocavallo podolico e, per restare in tema enoico, un pecorino bottaiolo messo a dimorare in botti di rovere per 100 giorni.

Chiude il percorso, il cannolo di ricotta e visciole.

L’appuntamento è alle ore 20:00 di giovedì 19 aprile all’Osteria Le Coq (Via di Villa Pamphili 35/c – Roma) con Stefano Preli, Ciro Picariello, Salvatore Molettieri, Francesco Praticò. E con i padroni di casa, Silvia Battistel e Claudio Fiorini.

Il costo della serata è di 45 €. La prenotazione impegnativa, fino ad esaurimento posti, può essere effettuata inviando una mail a mvaleriani@mail.tim.it o a info@scattidigusto.it entro le ore 23:00 di martedì 17 aprile.




Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.