Michelle Obama convince Walt Disney: stop agli spot di junk food in tv

Tempo di lettura: 1 minuto

Michelle Obama colpisce ancora. Walt Disney dice stop alla pubblicità di cibo spazzatura e l’annuncio è dato per imminente alla presenza del Chief Executive dell’azienda Bon Iger e della first lady americana, da sempre attivissima nella lotta contro il junk food.

L’editore tv specializzato in intrattenimento per bambini non è nuovo ad iniziative di questo genere. Già nel 2006 il colosso americano aveva infatti introdotto il divieto di pubblicizzare alimenti privi dei requisiti nutrizionali minimi.

E’ l’ultimo attacco degli Stati Uniti contro il flagello dell’obesità che nel Paese ha assunto ormai i contorni di un’epidemia. Un’offensiva che vede in prima linea anche il sindaco di New York Bloomberg che ha appena proposto il bando totale delle bibite gassate nei locali della Grande Mela.

Ma il consumo eccessivo di bibite gassate e zuccherate non è certo una prerogativa americana. “I ragazzi dai 5 ai 15 anni ne bevono una ogni 2 giorni”, ha spiegato al sito del Corriere della Sera Gabriele Riccardi, presidente uscente della Società italiana di diabetologia, “e le calorie che vengono introdotte sotto forma di liquidi colorati ricchi di glucosio non vengono compensate dall’organismo, limitando l’assunzione di cibo e affievolendo l’appetito, ma sono calorie extra che aumentano l’obesità in questa fascia d’età”.

Le tv del Belpaese seguiranno l’esempio di Topolino?

[Link: corriere.it. Immagine: clean.me]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui