Fregature a tavola. Ristorante che imbrogli sul menu, sappi che io ti odio

Tempo di lettura: 2 minuti

Un po’ ci si commuove, un po’ ci si incavola. Arriva alla mail di Scatti di Gusto l’accorato appello di una lettrice arrabbiata Roberta. Lei è piemontese, ma lavora all’estero.

Torna a casa e vuole andare a mangiare italiano vicino casa a Racconigi. Si lascia attirare dal sito di un ristorante che promette mari e monti (tipici) e invece mangia siciliano.

Buona sera,
Sono Italiana ma lavoro all’estero. Torno a casa e da italiana la prima cosa che penso è andare a gustarmi la cucina italiana. La mia casa e’ il Piemonte, pertanto sfoglio su internet alla ricerca di un ristorante perché è domenica e voglio degustare la buona cucina, finalmente …. e capito sul sito del ristorante (…) di Racconigi (Cn). Un bel sito dove dice che si possono degustate tipici piatti piemontesi: agnolotti, fettuccine funghi e cinghiale, carne cruda al battuto, bagna cauda, ecc ecc
Bene arrivati al ristorante questo non aveva un menù, ma soprattutto neanche un piatto di quelli menzionati nel sito e anzi la cucina era nulla di speciale. Antipasti non piemontesi, fettuccine alla siciliana, arrosto di vitello scadente (il pezzo di carne era per un bollito).
Perché reclamizzare un sito appetibile se poi non c’e’ un solo piatto possibile da degustare di quelli menzionati?
Cucina mediocre voto sei
A proposito io non ci tornerò mai più!
Grazie

Premesso che la lettrice ha risposto alla mail di verifica e che in fondo assegna anche una sufficienza alla cucina, ci sorge il dubbio se sia possibile che un ristorante abbia interesse a propagandare un menu o specialità che non siano disponibili. In attesa di scoprire se esista un marketing al contrario ho pensato alla risposta che darei:

  1. In perfetto stile geek tiro fuori l’iPad di ultima generazione, mi connetto a velocità ultrasonica e chiedo spiegazioni al maître/proprietario/chef
  2. In perfetto stile mangione spero che il webmaster abbia incrociato il menu piemontese con l’altro suo ristorante cliente all’estremità della Sicilia Orientale conosciutissimo e famosissimo
  3. In perfetto stile mercante inizio una serrata contrattazione con l’ignaro cameriere che nemmeno sa cosa sia un sito e riesco a strappare una bottiglia di rarissimo vino piemontese con data di scadenza
  4. In perfetto stile rompi afferro il menu cartaceo e mi fiondo alla locale stazione di polizia per denunciare l’accaduto
  5. In perfetto stile gastrofanatico mi alzo e pago coperto e acqua minerale perché io a mezzogiorno della domenica se mangio male resto incazzato incavolato per tutta la settimana seguente

[Grazie alla lettrice Roberta T. Immagine: freepik]

6 Commenti

  1. Parte la caccia al ristorante infedele! Sono indeciso tra la mercante e la rompina: immagina a ritornare dopo anni di assenza e cercare i funghi e ti danno le melanzane. Sarebbe veramente troppoooooooooooo

  2. L’infedeltà ancor prima di iniziare. Impossibile continuare, mi alzo e me ne vado anche se la carta dei vini è strepitosa!!!!!!!!!!

  3. Il problema dei ristoranti che danno fregature è annoso, e mi chiedo se noi addetti ai lavori non possiamo fare qualcosa per arginarlo. Dovremmo trovare il modo, secondo me, per fare i nomi dei ristoranti dove si mangia male, senza accanirsi nei confronti di chi lavora, e soprattutto senza rischiare di andare in bancarotta per le querele.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui