Acciaroli Hot. Quasi nude alla campagna di obbedienza civile per l’acqua

Tempo di lettura: 1 minuto

Parlare d’acqua in tempi di siccità è quasi un azzardo. Ma, a pensarci bene, quando sennò?

Non si fermano neanche nelle settimane del meritato riposo gli attivisti del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua che dopo il referendum del 12 giugno 2011 hanno ingaggiato una campagna di “obbedienza civile” perché la volontà popolare non sia disattesa.  26 milioni di Italiani hanno votato per l’eliminazione del “profitto garantito” sul servizio idrico? E  allora perché sulle bollette quel profitto compare ancora, pesando con un’aliquota del 10-20%?

Una domanda alla quale qualche utente si è già risposto da solo autoriducendosi la bolletta con il supporto, anche legale, dei comitati territoriali per l’acqua pubblica.

Fiorenza Bettini del Comitato Senese per l’Acqua Bene Comune, in vacanza ad Acciaroli (Salerno), è una degli attivisti che non dormono mai. Ed è proprio in una delle notti bollenti di agosto che, un occhio alla causa un altro alla movida, ha pensato di organizzare una serata di raccolta fondi da destinare all’autofinanziamento dei ricorsi legali.

Tra i vicoli di Acciaroli, all’ingresso del cocktail bar Il Bivio di Claudio Graziussi, insieme a qualche amica vestita solo dei colori del body painting, Fiorenza ha raccolto le offerte e ha distribuito shot di rum e pera, tequila e vodka al ritmo della musica. Cosa non si farebbe per una giusta causa!

12 Commenti

  1. ci mancavano solo le vallette dell’acqua, magari un bel pene dipinto di blu sarebbe una diversificazione, l’immaginario berlusconiano del basso fondo italiano cafona non cambia perchè allora il potere dovrebbe cambiare ?

  2. C’entra eccome, cara Cornelia. L’immaginario berlusconiano ha influenzato la cultura italiana segnando una visione negativa dell’emancipazione femminile, la donna è il piacere per l’occhio, persona da intrattenimento… è una gnocca e un paio di tette da affiancare ad un prodotto da vendere al miglior offerente.

    Per quanto riguarda lo “spirito di iniziativa”, Scatti di Gusto, dagli scatti l’unico “spirito” che salta all’occhio è quello distribuito dalle due sci-acquette dis-abbigliate ad hoc per far cassa (seppure per una giusta causa). Domanda: alla fine della fiera, gli ospiti del locale, hanno capito cos’è e come funziona la Campagna di Obbedienza Civile? Ho i miei dubbi.
    Sarei curiosa di sapere come è stata accolta l’iniziativa dagli altri attivisti del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.

    • Come ben si vede dalla foto in primo piano il colore era di un tale coprente che ben poco c’è da dubitare circa l’intento provocatorio limitato al bene acqua. Tra l’altro il soggetto dipinto era proprio l’acqua.

      Prima di apostrofare qualcuno sci-acquetta bisognerebbe essere un attimino più cauti. La responsabile della zona di Salerno è stata avvertita dell’iniziativa e delle modalità con cui si sarebbe svolta. Tra l’altro è stato inviato del materiale informativo.

      Agli ospiti del locale è stato spiegato il funzionamento e le persone “dipinte” sono in grado di spiegare perfettamente come funziona (e lo hanno fatto).

      Il cosa non si farebbe per una giusta causa era riferito più che altro agli shottini alcolici che sono un bel contrasto con l’acqua.

      Cara Priscilla, Fiorenza Bettini ha trovato un modo per coinvolgere i giovani in un locale giovane e il suo essere battagliero è trasparente come l’acqua che difende. Ho grandi dubbi che possa essere stata influenzata dall’immaginario berlusconiano 😉

  3. Non e’ che adesso dagli eccessi ‘immorali’ berlusconiani si passa al moralismo? E non e’ comunque una cosa positiva raccogliere denaro per una giusta causa? A parte il “bottino” sara’ rimasto sicuramente qualcosa… qualcuno avra’ sentito parlare per la prima volta del problema… non mi sento offesa come donna e l’immagine e’ gradevole e mette allegria… niente a che vedere con lo squallore di certe donne e certi uomini!

  4. No, non è una cosa positiva raccogliere denaro con le tette dipinte di azzurro o di rosso o di giallo o delcolorechetipare seppure per una buona causa. E non è una questione di moralismo o meno, è un problema culturale. E di cervello.

    • priscilla, è un problema culturale anche dare giudizi a cazzo come fai tu. E mentre tu dai giudizi, Fiorenza lavora per questa giusta causa. Non ho mai visto nessuno impegnarsi quanto lei.
      quindi sci-acquettati la bocca prima di parlare di fiorenza.
      e fanculo tutt e le sciocchezze veterofemministe.

  5. Veterofemminismo, ecco di questo si tratta anche secondo me. E poi basta con questo berlusconi!!!! La vita va avanti e domani, per fortuna, è un altro giorno…. :-))))))

  6. Non avevo visto questa cosa. Le ragazze saranno anche tanto brave e impegnate, ma resta il fatto che sono ragazze molto carine, mezze nude a vendere alcool. Possibile che ci voglia sempre la figa per promuovere qualunque cosa?
    Anche a me come donna non piace e mi sembra risponda davvero a un immaginario maschile e maschilista.
    Spero almeno che ne sia valsa la pena e che il movimento dell’acqua abbia tirato su qualche migliaia di euro….

    p.s. berlusconi è tornato, la vita non cambia qui in Italia…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui