Mozzarella di bufala. Sequestro di falsi anche al Salone del Gusto

Sembra incredibile ma anche nel bel mezzo del Salone del Gusto di Torino c’è qualcuno che pensa di poter sfuggire alle maglie dei controlli dei consorzi, tra l’altro espositori. E’ accaduto con la mozzarella di bufala il cui consorzio per la tutela della denominazione Campana Dop aveva il suo stand promozionale nell’area della Campania. Poco più in là lo stand di un espositore che voleva dare lustro ai suoi prodotti ricorrendo al nome di tutela senza essere associato. Ecco cosa è successo.

Gli agenti vigilatori della sezione ispettiva del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, in collaborazione con i militari del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari (Nucleo Antifrodi di Parma), hanno sequestrato all’interno del Salone del Gusto di Torino materiale promozionale in cui veniva pubblicizzata falsa mozzarella di bufala campana.

Il sequestro amministrativo ha riguardato biglietti da visita, depliant e cartelli espositivi recanti tutti la dicitura “Mozzarella di Bufala Campana”, esposti da un produttore non autorizzato dal Consorzio di Tutela all’interno del suo stand, dove vendeva mozzarella di latte di bufala spacciata per mozzarella di bufala campana, sfruttando così in maniera ingannevole la denominazione.

“L’attività di vigilanza del Consorzio – commenta il Presidente Domenico Raimondo – è costante da nord a sud dell’Italia, come dimostra questa nuova iniziativa. L’obiettivo è innanzitutto quello di tutelare i consumatori su quanto realmente acquistano e poi di ribadire che la mozzarella di bufala campana è l’unica in commercio che può vantare il marchio Dop. Sul tema della contraffazione e degli inganni, abbiamo avviato da tempo una stretta collaborazione con le forze dell’ordine, a cui va il nostro ringraziamento per l’impegno profuso contro ogni forma di illecito”.

L’operazione del Consorzio e dei carabinieri arriva a poco più di un mese di distanza da un altro sequestro effettuato in un caseificio-pizzeria in provincia di Milano, che pubblicizzava la produzione e la vendita di una sedicente “mozzarella di bufala lombarda”, usando però il logo della Dop Mozzarella di Bufala Campana. [Ufficio Stampa]

6 Commenti

  1. Si ma è una follia, questo non utilizzava il marchio del consorzio e non millantava la DOP, semplicemente scriveva mozzarella di bufala campana visto che la produce in Campania con il latte di bufala campano. Non vorrei che il Nucleo Antifrodi si trasformasse da fondamentale organo di tutela dei consumatori a polizia privata dei consorzi da utilizzare contro coloro che non vogliono pagare balzelli per aderire al consorzio stesso subendo poi “ritorsioni” simili con il tentativo di buttarli fuori dal mercato

  2. Gentile Daniele, il marchio Mozzarella di Bufala Campana è una denominazione di origine protetta così come il Grana Padano, il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma … …. …. . Non è che se uno produce un prosciutto a Parma ci può liberamente scrivere sopra Prosciutto di Parma.
    Se le intenzioni del produttore sequestrato erano quelle che tu dici, sarebbe bastano al produttore scrive mozzarella prodotta con latte di bufala in Campania. Evidentemente si riporta in maniera fraudolenta la definizione della dop perchè se ne riscontrano benefici, senza pagarne però il costo. Il costo non è il “balzello” economico ma bensì l’assoggettarsi ad una rigida procedura di produzione , gestione e controllo certificata da parte terza ( ente di certificatore) e seguire i dettami produttivi del disciplinare di produzione.

  3. Se avesse avuto intenti fraudolenti allora non vedo perchè non utilizzare il relativo marchio e la denominazione DOP, se voglio contraffare un prodotto cerco quantomeno di copiarne le caratteristiche estetiche che lo rendono riconoscibile. L’abbiamo visto quanto era rigida la procedura di produzione dettata dal consorzio, persino il presidente stesso annacquava il latte, per non parlare di Mandara & Co.

  4. Tutto ciò che sta accadendo in Campania e un disastro per economia per i commercianti,per le famiglie.fatte qualcosa,ma subito grazie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui