Canapa da mangiare. Più che biologico, gluten free e ora anche on line

Claudio Natile è uno dei più grandi sostenitori dell’utilizzo della canapa nell'industria alimentare

Notizie

coltivazione agricola canapa

Claudio Natile è uno dei più grandi sostenitori italiani dell’utilizzo della fibra, dei semi e dell’olio derivanti dalla canapa, ne promuove l’utilizzo nella medicina, nel tessile, nell’edilizia, a scopo ludico voluttuario ed ora anche nell’industria alimentare.

La rivoluzione è che dal sito delizie di canapa sarà possibile acquistare prodotti dell’enogastronomia pugliese a base di una delle piante più antiche e controverse dell’epoca moderna. Il biologico qui è di casa, non ci sono ne conservanti ne additivi, le farine derivano dalla pressatura a freddo del panello di semi di canapa e l’olio, dal sapore nocciolato e dal colore clorofilla, è consigliato a crudo ed è realizzato tramite la spremitura dei semi di canapa.

“Perché esaurire le foreste che sono nate attraverso i secoli e le miniere che necessitano di molti anni per formarsi se possiamo ottenere l’equivalente di una foresta e dei prodotti minerari attraverso la coltivazione annua dei campi di canapa?”

Questa è la domanda di fondo dell’iniziativa…voi avete obbiezioni in merito?

Io intanto ordino farina ed olio così provo a fare oltre ai classici intramontabili pugliesi anche una ricetta per regione e vediamo cosa ne viene fuori.

A dimenticavo: voi celiaci non avrete più scuse, rimboccatevi le maniche…la farina di canapa è senza glutine!

[Chiara Valzania. Immagini: www.canapuglia.it]