Ristoranti Made in Italy. Giovanni Rana sbarca anche a New York

Tempo di lettura: 1 minuto

Finita l’era che vedeva associati gli abitanti della grande mela a mangiatori compulsivi di hamburger; si fa avanti l’epoca dei foodies.  Il leader incontrastato della pasta fresca in Europa segue questa scia e sbarca a New York. E’ stato inaugurato il ristorante “Giovanni Rana Pastificio & Cucina” a New York nel Chelsea Market.

Non è il primo e non sarà certo l’ultimo. In 4 anni il gruppo ha aperto 28 ristoranti in Italia (ma voi ve ne eravate accorti?) e 5 in Svizzera, oltre a Madrid, Londra e Lussemburgo. Cucina a vista, in un certo senso, almeno per quel riguarda la produzione della pasta fresca: 250 chili al giorno in 50 formati diversi sfornati in un laboratorio al quale hanno accesso i clienti.

Nella cucina a vista del locale – il primo aperto negli Stati Uniti – e’ lo chef Francesco Berardinelli a dirigere i lavori, ma anche a trarre ispirazione dai pastai sulle ricette da inserire nel menu’. Al suo interno infatti, il ristorante ha anche un laboratorio di produzione dove i clienti possono assistere al lavoro di un team che prepara 50 tipi di pasta fresca a un ritmo di 250 chili al giorno. E oltre ai 140 posti a sedere, c’e’ anche un servizio di ‘takeaway’ che permette ai clienti di acquistare ravioli e fettuccine da gustare a casa propria. E’ proprio l’unione di pastificio e cucina che Rana ha voluto far arrivare a New York. [QN]

“Portiamo a New York non solo la nostra pasta fresca, ma anche tutta la nostra preziosa tradizione culinaria italiana”, ha detto  l’amministratore delegato Giovanni Rana. Qualcuno di voi ha già provato?

[Chiara Valzania. Link: ansa.it Immagine: tgcom24.mediaset.it]

8 Commenti

  1. Io l’ho visto. C’é anche una piccola storia dietro (ho un buon amico che ha un negozio a Chelsea, vicinissimo al nuovo risto rana). sembra che il ristorante fosse bello che finito, addirittura con inviti effettuati per la prova. Sembra anche che chi ci fosse andato per questa inaugurazione privata e riservata solo ai soci, avesse espresso parere negativo su un pò tutto e che quindi, nonostante i milioni spesi, i prprietari hanno deciso di rifare tutto. Questo mio amico, non proprio giovanissimo nel mondo della ristorazione newyorkese, ha detto che in tanti anni non ha mai visto una cosa del genere. Milioni spesi e buttati al vento!

  2. Da Bassano del Grappa sono a New York dal 21 dicembre e con in tasca l’articolo di pagina 161 di Panorama di Novembre 21 nel quale Gian Luca Rana presenta il primo ristorante USA .Mi piace ancor più l’aver prenotata cena il 27 dicembre con moglie et famiglia di mio figlio Max che vive e lavora a NY da 3 anni sicuro come sono che mi sentirò come a casa in una atmosfera speciale per una cena speciale su cui riferirò con successivo commento .Intanto sono orgoglioso poter affermare che sarò tra i primi ad esserci stato nel primo di centinaia di futuri altri ristoranti Rama in USA Antonio Cavalli i
    I

  3. Io l’o visitato !!!si mangia benissimo !!!!! È collocato in una vecchia fabbrica di biscotti dismessa e adibita a centro commerciale con tanti piccoli negozi !!!!!!

  4. Ho mangiato in innumerevoli ristoranti italiani a New York e posso affermare che se ciò che volete è una pasta dovete andare da chi sa farla.

    Il pastificio Rana propone molte varietà di leccornie, la pasta è freschissima, il ristorante è bellissimo e il personale (Italiani veri) sono molto gentili e disponibili.

    Interessante la possibilità del Take-away anche se sconsigliata se si vuole degustare la pasta in tuta la sua essenza.

    Da provare anche le focaccie appena sfornate.

  5. Appena tornati da New york. Ovviamente abbiamo pranzato al Ristorante Rana
    Servizio eccellente, qualità real made in Italy e oltre non trascurabile..classe e gentilezza dei responsabili.
    Entusiasti e felici che si rappresenti un concetto dell’Italia così di qualità educazione e quindi bon ton.
    Direi a questo punto …
    Dona giuvna, vëin, turtél e va là che’l mond l’è bèl, facile che possiate trovare in questo ristorante tutti gli ingredienti di questo detto..:)

  6. nessuno parla dei prezzi sono entrato visto i prezzi sono uscito anche se siamo a new york un piatto di pasta da 23 dollari a 38 mi sembra troppo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui