Oggi è il grande giorno dei gastro teledipendenti. Parte la seconda stagione di Masterchef Italia che si fa più ricca (almeno per Sky che ora richiede un abbonamento) e cerca di mettere la freccia per sorpassare definitivamente tutti i concorrenti come dichiarano i terribili giudici
Masterchef unisce l’Italia. Come quando ci si vede a casa di qualcuno o alla bocciofila per le partite di calcio della nazionale [Bruno Barbieri]
La politica e la burocrazia fanno fuggire all’estero il top della ristorazione italiana. MasterChef presidia il territorio, mostra la bontà di una cucina regionale che tutti posso elaborare a casa propria [Joe Bastianich]

Carlo Cracco, ormai lanciato nell’empireo dello star system a colpi di servizi fotografici, potrebbe avere un solo concorrente in Italia del suo programma. Antonino Cannavacciuolo si candida a pretendete del trono televisivo con la conduzione di Cucine da Incubo Italia, la versione nostrana di Kitchen Nightmares il cui protagonista è Gordon Ramsay.

Ce la farà il nostro eroe di Vico Equense a sbaragliare da solo i tre giudici del talent show culinario più famoso d’Italia con le premesse di questo ritratto fascinoso di Oliviero Toscani e le golosità del comunicato stampa che prontamente vi copiaincolliamo?

Antonino Cannavacciuolo, pluristellato Chef di Villa Crespi, sarà il protagonista di CUCINE DA INCUBO ITALIA, la nuova produzione di Fox International Channels Italy basata sull’omonimo format KITCHEN NIGHTMARES portato al successo dallo chef inglese Gordon Ramsay.

Antonino Cannavacciuolo, campano di Vico Equense, ha trovato la sua consacrazione trasferendosi al Nord, sul Lago d’Orta.

Da 22 anni Antonino si lascia guidare dalla passione e dalla forza che nasce da una sfida continua con se stesso, mosso dalla volontà di dover ricominciare dal punto in cui è arrivato. Cannavacciuolo è spinto da una ricerca continua verso il prodotto, la passione, il sacrificio, la costanza e da una dedizione totale a questo lavoro.

La sua cucina è espressione della vita e come tale non si ferma mai, é sempre uno studiare, un crescere. Cerca di suscitare emozioni non piatte e di trasmettere qualcosa di autentico attraverso le sue ricette, coniugando la tradizione campana con quella tradizionale del Nord con rara golosità, dimostrando come ci si può allontanare dalle proprie radici senza scordarle.

CUCINE DA INCUBO ITALIA andrà in onda la prossima primavera su FoxLife (Sky canale 114) in 10 puntate da 60’ ciascuna.

Cannavacciuolo, nel corso delle 10 puntate, avrà il compito di risollevare le sorti di altrettanti ristoranti italiani sull’orlo del fallimento a causa di una cattiva gestione da parte dei proprietari. Un forte temperamento unito a spiccate doti imprenditoriali fanno di lui il perfetto Gordon Ramsay all’italiana pronto a riportare ordine fuori e dentro la cucina e dare validi suggerimenti ai ristoratori.

La conduzione di CUCINE DA INCUBO ITALIA è l’ennesima consacrazione del talento e della creatività di Antonino.

1 commento

  1. Ma allora ci saranno tanti CaBEEEEPzo come Gordon con i suoi fuBEEEEPck?
    Senza parolacce non c’è Cucine da Incubo, Pure Borghese fa Ale contro tutti, che è sulla falsariga di F-World di Ramsay con la sfida ai fornelli e un test alla cieca da parte della giuria “demoscopica”, un regazzino, un giovane rampante e un adulto, ma senza intermezzi e sopratutto senza parolacce… quando Vince Gordon invita gentilmente ad andare “Get the Fuck Out!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui