Save the food. A Napoli le bancarelle della legalità, a Roma l’olio e il tram della birra

Tempo di lettura: 6 minuti

Curarsi mangiando. E’ la nuova frontiera dell’alimentazione, la scoperta (dell’acqua calda?) è che mangiare bene cura e previene le malattie. “In salute con gusto” è la campagna promossa da Cia-Confederazione Italiana Agricoltori (con il contributo di Abbott) che si svolgerà a dicembre nelle farmacie di Napoli, Roma, Milano e Torino. Per curare le malattie cardiovascolari, per rafforzare il sistema immunitario e in generale per combattere le infezioni e guarire più rapidamente. Nelle farmacie che aderiscono alla campagna, i clienti troveranno un agronomo pronto a spiegare le miracolose proprietà del limone di Siracusa contro i calcoli renali, dell’olio extravergine e delle noci contro l’alteriosclerosi o dei mirtilli per la fluidità del sangue nelle vene.

E’ uno dei 67 mercati della città operativi nel periodo natalizio ma ha qualcosa di molto speciale. Si chiama “Borgo Vergini”‘ed è una sfilata di bancarelle al 100% legali nel Rione Sanità, a Napoli, il quartiere in cui fu ucciso nel 2009, ripreso dalle telecamere di un bar, Mariano Bacio Terracino. Le immagini fecero il giro del mondo e oggi il luogo diventa teatro di scambi a suon di napo, la moneta partenopea ideata dall’assessore comunale Marco Esposito e distribuita a cittadini “virtuosi” e turisti con la quale si possono ottenere sconti negli esercizi convenzionati.

A Milano è in corso, fino a sabato 16 dicembre, Green Christmas, il mercatino per chi ama uno stile di vita al naturale.

Ancora un giorno per vedere sfilare l’abbigliamento eco-fashion, il design bio-ecologico, i prodotti bio-cosmetici e i complementi di arredo sostenibili. Alla Fonderia Napoleonica Eugenia, pezzo pregiato di archeologia industriale, nel quartiere Isola, spazio al commercio “a impatto zero”. Protagonisti l’artigianato e il recupero dei materiali, le fibre organiche e le tinture vegetali con un occhio alla moda. L’ingresso è gratuito, conferenze e workshop si tengono nello “Spazio glicine”.

Volontari pronti a impacchettare i vostri regali. “Un regalo con i fiocchi. Per tutti” è l’iniziativa benefica di Oxfam Italia che vedrà protagonisti, fino al 24 dicembre, 600 persone all’uscita dei negozi della catena Euronics e Compy in Toscana, Umbria, Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Per proporvi uno scambio: un pacco regalo in cambio di una donazione libera da destinare alla campagna internazionale “COLTIVA. Il cibo. la vita. Il Pianeta“, lanciata in favore di un’equa ripartizione delle risorse alimentari globali. Parecchi i testimonial famosi che ci metteranno la faccia.

A lezione di baccalà e stoccafisso? Perché no, se potenzia le vostre performance in cucina per il cenone della vigilia o il pranzo di Natale? Franco Favaretto, chef patron del ristorante Baccalà divino di Mestre (Venezia) noto “ritrovo” per amanti del baccalà e dello stoccafisso, dispenserà lezioni di cucina una sera a  settimana nel suo ristorante.

Tre ore ai fornelli con lui (anche da regalare) per preparare un menu completo dedicato alle feste (non solo baccalà, quindi, ma soprattutto, visto che Favaretto se ne intende) con consumazione finale, seduti a tavola.

Si è aperto ufficialmente a Washington l’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, organizzato dal Ministero degli Affari Esteri. Un viaggio lungo un anno che durerà per tutto il 2013, per raccontare e promuovere l’Italia, per rafforzare i legami tra i due Paesi e per crearne di nuovi.

In prima fila, manco a dirlo, l’enogastronomia, con 6 le eccellenze italiane che rivestiranno il ruolo di ambasciatrici della cultura italiana in America: Massimo Bottura (ha bisogno di presentazioni?), S.Pellegrino, acqua ufficiale dell’Anno della Cultura, Marchesi De’ Frescobaldi, territorio toscano da 700 anni,, Masi Agricola, leader mondiale nella produzione di Amarone, i vini di Donnafugata, la Sicilia nel bicchiere da 160 anni e Alma, autorevole centro di formazione della cucina italiana a livello internazionale.

Ci siamo, è pronta Flos Olei 2013, l’unica guida mondiale in doppia lingua (italiano e inglese) interamente dedicata al mondo dell’extravergine di qualità e giunta alla sua quarta edizione. Per la stampa la presentazione avverrà domenica 16 dicembre alle ore 11.00 al The Westin Excelsior di via Veneto, a Roma dopo le tappe di  Monaco e Berlino. La premiazione della The Best 20, alle 11, è seguita da un evento aperto a tutto il pubblico interessato.

La guida è curata da Marco Oreggia e Laura Marinelli e propone 488 aziende e circa 700 etichette di 45 paesi (ultimi arrivati la Namibia e lo Yemen). Per i due grandi produttori mondiali di olio, Italia e Spagna, la trattazione è suddivisa per regioni. La parola d’ordine, quest’anno, oltre a tecnologia (disponibili le consuete applicazioni per iPhone e iPad), è econsostenibilità.

E ora le birre delle feste, periodo d’oro per gli appassionati del genere. Protagonista Manuele Colonna con le sue “Birre sotto l’Albero“, appuntamento con la presentazione delle nuove birre (e relativi birrai), sabato 15 e domenica 16 dicembre, a Roma e dintorni. Tante le novità diquest’anno, con Open Baladin che si unisce al Macche e al Bir&Fud ampliando la scelta complessiva dei birrifici presenti. Come l’anno scorso la manifestazione avrà appendici in diversi locali della capitale.

Si inizia venerdì 14 dicembre con l’anteprima, Birre sotto l’Alberone, al Blind Pig di via Gino Capponi, 45. Si prosegue sabato 15 e domenica 16 a Ma Che Siete Venuti a Fa’, in via Benedetta 25 , Bir&Fud, in via Benedetta 23 e all’Open Baladin, in via Degli Specchi, 6.

“Birre sotto l’albero” sarà anche al Golden Point di Guidonia, da venerdì 14 a domenica 16 con pranzo domenicale e con una lista di birre da definire e alla Martuccia di Palestrina, sempre dal venerdì alla domenica, con cena domenicale su prenotazione. Lunedì 17 cena su prenotazione alla Taberna di Palestrina dove verranno ospitate le birre di Borgo, Olmaia, Buskers e Montegioco con la presentazione di Kuaska.

E sempre Kuaska condurrà due degustazioni, una al Bir&Fud a partire dalle 17 di sabato e domenica. Verranno presentate birre in bottiglia di edizioni limitate da assaggiare esclusivamente durante queste degustazioni secondo il seguente calendario: sabato 15  alle ore 17: Birranova, Scarampola, Foglie d’Erba, BiDu/Montegioco, Menaresta, Loverbeer e domenica 16 alle ore 17: Del Borgo, Dell’Aspide, Maltovivo, Siebter Himmel, Dada, Carrobiolo. Prenotazioni da effettuarsi in loco o telefonicamente allo 065894016 (se trovate posto…) Sabato 15, alle ore 19, al termine della degustazione, Nicola Utzeri di Fermento Birra premierà il Birraio dell’Anno.

Un tram che si chiama desiderio… di birra! – Edizione natalizia e romana. E’ un evento collaterale di “Birre sotto l’albero 2012”. Tre ore in tram con le birre e i birrai e tanti sfizi gastronomici. Questo il programma: sabato 15 dicembre alle ore 13 partenza da Piazza di Porta Maggiore e arrivo a Piazzale Ostiense. L’iniziativa nasce dalla collaborazione di megaMAX de “Il Massimo del bere“, che ha organizzato tutte le precedenti edizioni milanesi, e Manuele Colonna del “Ma che siete venuti a fà”. La formula è  la stessa degli anni precedenti: 4 birrai a bordo, tanta, tantissima birra artigianale e tanto cibo! Ecco i birrifici presenti: Birrificio Stavio, Birrificio Turan, Birrificio Cerevisia Vetus e Birrificio Buskers (prezzo fisso, tutto compreso di 35euro, anticipo obbligatorio di 10 euro con bonifico bancario, Postepay o Paypal).

(ha collaborato Adriano Desideri)

[L’immagine del baccalà è di latavoladigourmondo.it]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui