Desk food. La mousse di tonno da spalmare sul pane come gli Aufstrich

Ieri ho fatto quattro chiacchiere con la mia amica Clara, tre figli, manager in una grande compagnia di assicurazioni a Monaco di Baviera. Le ho raccontato dell’avventura editoriale di Schiscetta!, della collaborazione con questo magazine e, in generale, del mio interesse verso il desk food. E come sempre succede quando meno te l’aspetti, lei mi ha dato un’idea geniale nella sua semplicità. La scoperta dell’acqua calda, che resta pur sempre una scoperta quando a costringerti a farla sono gli altri. “Io mangio tutti i giorni alla scrivania, per poter tornare a casa prima e occuparmi dei ragazzi”, mi ha detto, “e trovo che gli Aufstrich siano una grande soluzione per questo tipo di pasto, puoi spalmarli su una fetta di pane, intingerci dei grissini, dei bastoncini di carota, di cetriolo, riempirne una pita aggiungendo delle verdure grigliate…”. Gli Aufstrich, per chi non avesse confidenza con la lingua tedesca, sono le creme spalmabili. Dolci o salate. In Germania vanno alla grande, i Tedeschi sono un popolo di ingegneri e di spalmatori…

Così ho recuperato un classico spalmabile di mia madre, che si prepara in pochi minuti. Messa in un vasetto di vetro con coperchio e accompagnata da qualche fetta di pane fresco che si può comprare da un fornaio prima di arrivare in ufficio, e da qualche bastoncino di carota, questa mousse al tonno è uno snack sfiziosissimo, che si mangia con comodità anche davanti alla tastiera del pc (ma dopo fate due passi, mi raccomando!).

Mousse leggera di tonno

Ingredienti
1 scatoletta di tonno sott’olio (80 g)
Formaggio fresco in fiocchi (tipo Jocca) 100 g
2 filetti d’alici sott’olio
½ cucchiaio di capperi sottosale sciacquati e strizzati

Tempo di preparazione: meno di 5 minuti

Preparazione
Sgocciola il tonno dall’olio di conservazione e versalo nel bicchiere di un robot da cucina dotato di lame tritatutto. Aggiung i fiocchi di latte, i capperi e i filetti d’alici sgocciolati. Chiudi il coperchio e aziona il motore fino a che gli ingredienti si amalgameranno perfettamente, creando una crema molto soffice. Versala poi in un vasetto in vetro con coperchio e portala con voi, lasciandola nel frigorifero dell’ufficio fino al momento del consumo.
Puoi arricchire questa mousse sbriciolando sulla fetta spalmata un uovo sodo tritato, o delle olive nere denocciolate e tagliate a rondelle.
Per consumare la mousse in ufficio ti serviranno: un piatto, un coltello e un tovagliolino di carta.

Schiscetta! è un progetto editoriale di Jeanne Perego e Lella Niccoli.

1 commento

  1. Interessante. Mi permetto di suggerire come la faccio: tonno sottìolio ben sgocciolato nel mixer, aggiungo il formaggio Philadelfia e frullo. Aggiusto il sapore e la consistenza aggiungendo il formaggio se è il caso. Cordiali saluti, Gianni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui