Una tonnellata e mezzo di carne ovina sequestrata dai Nas di Palermo in un impianto di macellazione della provincia. I militari dell’Arma dei Carabinieri, oltre ad accertare alcune irregolarità igienico-sanitarie, hanno scoperto un furgone frigorifero in cui erano depositate frattaglie e carni di derivazione ovina invece delle pelli degli animali macellati, in pessimo stato di conservazione. I prodotti erano destinati ai canali e alle bancarelle abusive che propongono le interiora arrostite sulla brace, le cosiddette stigghiole. Il congelamento con apparecchiature non idonee ha disidratato e bruciato la carne che non è più adatta all’alimentazione umana e deve essere distrutta. [Repubblica]

[Immagine: piccolevoglie]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui