Convincersi che il lavoro più richiesto sarà eco-chef. O foodblogger

sapori-al-femminile-a-Palazzo-Caracciolo-2

In soffitta odontoiatra e architetto. Eco-chef, food blogger, pasticcere, panettiere, cameriere e alchimista di campagna saranno i lavori più richiesti da qui al 2020. Il futuro è roseo per i mestieri del gusto e non bisogna aspettare che sia la scuola a dire ai figli quali saranno le professioni del futuro, ad orientarli, insomma. Al bando anche i soliti consigli ottocenteschi, figli di un mondo che non c’è più. Dimenticare veterinaria e medicina è un’altra indicazione che arriva dalla Fondazione Italia Orienta.

Vediamo in dettaglio la lista dei lavori da imparare.

  1. Green economy: grandi soddisfazioni all’orizzonte per eco auditor e eco-chef
  2. Cameriere, insieme a estetista e commesso, una dannazione per i datori lavoro. Sempre troppo pochi.
  3. Artigiano, in qualche caso un mestiere che non tramonta mai: il falegname in primis seguito da installatore di infissi, panettiere, pasticcere, sarto e cuoco.
  4. Agricoltura: spazio all’alchimista di campagna. Sotto la sua supervisione, e dall’incontro inedito di erbe, nascono nuovi distillati e liquori. E’ roseo il futuro anche del food blogger
  5. Informatico, continua la pacchia, soprattuto per le figure di project manager e per il web marketing
  6. Infermieri. Fra 7 anni ne occorreranno 266 mila unita’ in piu’.
  7. Chimici, Gia’ oggi trovano lavoro 8 giovani su 10 e il primo contratto (a tempo indeterminato!) arriva 2 mesi dopo la laurea.
  8. Ingegnere, il sogno di tutti padri. Vanno sempre forte l’ingegnere gestionale e il mecanico
  9. Laureato in Scienze motorie, ma non era una laurea inutile? Non secondo quanto risulta a Italia Orienta visto che gia’ oggi dopo un anno dalla laurea il lavoro arriva per il 78% dei giovani
  10. Dottore in economia e statistica. Più di 110 mila assunzioni all’orizzonte

Link: adnkronos.it


- venerdì, 8 febbraio 2013 | ore 14:43

8 commenti su “Convincersi che il lavoro più richiesto sarà eco-chef. O foodblogger

  1. Da foodblogger sono felice anche della decima posizione. Al 31/12 mi rifarò viva per comunicare se ha “reso” di più l’essermi divertita ad fare la foodblogger o la curiosa laurea di 13 anni in economia e statistica assieme.

  2. Nel 2020 avrò 54 anni. Me ne aspetteranno almeno altri 11 di lavoro. Una foodblogger, di età avanzata ma non trascorsa, o cuoca a domicilio o anche cameriera, panettiera ed estetista avrà le medesime opportunità che sembrano prospettarsi ora?

  3. Quella di fare il panettiere è sempre stato il mio sogno nel cassetto (nel frattempo sforno pizze, focacce e pane di tutti i tipi a casa durante il fine settimana, per la “gioia” di mia moglie…). chissà che non riesca a farlo ogni tanto in qualche forno……

  4. io sono uno studente di infermieristica, al terzo anno fra un po mi ritroverò con un pezzo di carta in mano,tanti sogni e possibilità dignitose 0, grazie italia

  5. Eco chef non si intendera’ solo di alimenti da manopolare per saziare in maniera eco compatibile con madre terra i commensali, ma si dovra’ intendere di funzioni cellulari, spiritualita’ e del proprio stato d’ animo quando maneggia gli alimenti serviti.Il famoso ingrediente segreto!per chi e’ gia’ avanti , sono a vostra disposizione ..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *