Il successo della dieta 5:2. Abbuffarsi per 5 giorni, digiunare per 2Tempo di lettura: 1 min

help-bilancia

Digiuno intermittente. E’ la dieta del momento e ora, dopo il successo nel Regno Unito, sbarca anche negli Stati Uniti.

A innescare il trend un libro, “The fast diet“, che promette sfracelli nella sua giornaliera guerra con la bilancia. Questa la formula: mangi e bevi quello che vuoi per 5 giorni (anche i fritti) poi, per i restanti 2 giorni della settimana, stringi la cinghia di brutto ingerendo non più di 600 calorie al giorno (500 per le donne), da dividere in due pasti.

the-fast-diet-bottA spiegare perché funziona viene in soccorso uno degli autori, Michael Mosley, giornalista della BBC, medico e con un passato da obeso: il digiuno accelera il metabolismo facendo consumare più grasso accumulato gli altri giorni.

Nel Regno Unito prende tempo (e distanza) il National Health Service che in proposito ha dichiarato che non esistono prove scientifiche a supporto. Frena anche la società italiana di scienza dell’alimentazione che per bocca del suo presidente, Pietro Migliaccio, ha dichiarato all’Ansa: ”Il digiuno va bene al massimo se seguito per un giorno perché già al secondo giorno produce corpi chetonici che affaticano il fegato, i globuli rossi e il cervello”.

[Link: ansa.it]

1 commento

  1. Assurdo… ancora inventiamo queste bagianate…
    Fate caso chi fa partire queste mode alimentari o vende dei libri sulla materia o prodotti dietetici col proprio nome…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui