Bello&Buono. Chi se non Marco Bianchi dopo Aiuto, stiamo ingrassando?

Tempo di lettura: 2 minuti

Marco Bianchi

Dopo due format televisivi come Tesoro, salviamo i ragazzi! e Aiuto, stiamo ingrassando! che a parecchi genitori stanno facendo recitare il mea culpa inginocchiati su dolorosi crumble di cioccolato, Marco Bianchi raddoppia (o triplica, fate voi). Con il suo predicare sull’aspetto salutistico del mangiare è diventato dopo Umberto Veronesi (fa parte del suo team) il più tenace ambasciatore delle teorie quasi vegane conquistando pubblico in ogni dove. Il Corriere della Sera ha dato alle stampe 12 volumi di ricette della salute che in epoca di riduzione di stampati sono la cartina al tornasole del suo successo.

Aiuto stiamo ingrassando

Anzi, la prova del suo successo è che se lo litigano il Corrierone e Repubblica. E’ partita, infatti, una rubrica su D di Repubblica che, partendo dal morphing di come sarà tuo/a figlio/a tra qualche anno se continuerà a ingozzarsi, prova a dare una luce di speranza a chi seguirà i consigli di Marco Bianco. Che è “Bello&Buono”, appunto.

Innalzato a ruolo di chef-scienziato dalle pagine di Repubblica, nella più tosta intervista che un crapulone possa odiare, abbiamo appreso che nel giro di due giorni Marco Bianchi

  1. ha corso come staffettista per la fondazione Umberto Veronesi alla City Marathon di Milano
  2. ha creato un’app sempre per la Fondazione che si chiama Bimbi in cucina e in cui diventa un cartone animato per insegnare a mangiare bene
  3. ha in piedi il progetto SmartFood, dove smart indica il cibo che protegge da obesità e tumori
  4. ha una pagina Facebook dedicata agli aperitivi della salute
  5. ha capito che è necessario essere sul web perché “credo che sia il veicolo principale di informazione oggi”
  6. sta lavorando a un nuovo programma di cui ci parlerà più avanti

Se vi state guardando allo specchio e vi vedete Brutti&Cattivi, non ne fate una colpa al povero Marco Bianchi. Lui, a portarvi sulla retta via, ci sta provando. Può darsi che vi risulti un tot antipatico. Ma potrete mai dire che i suoi consigli sono giusti? (a proposito, ma questa rubrica Bello&Buono non era partita il 18 marzo con il glossario nutracetico come vorrebbe il web di D?)

[Link: repubblica.it, dissapore]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui