uomo più vecchio mondo bolivia

Vi preoccupate dei radicali liberi e degli antiossidanti? Coltivate sogni di giovinezza perpetua e mirabolante longevità? Iniziate col cibarvi di foglie di coca e lucertole.

Questa è la dieta di Carmelo Flores Laura, il boliviano che il mese scorso ha festeggiato 123 anni d’età. I documenti certificano che l’uomo, residente in un villaggio vicino a La Paz, è nato il 16 luglio del 1890. Una data di nascita che lo rende l’uomo più longevo di sempre (il record precedente era di Jeanne Calment, francese morta a 122 anni).

Qual è il segreto di Carmelo? Cammina molto. Non prende medicine. Indossa un berretto di lana.  E chissà se anche la sua alimentazione non ha giocato un ruolo chiave. Ai giornalisti, l’uomo ha raccontato che da giovane assumeva proteine da lucertole e serpenti: “Aprivo loro il ventre e mi preparavo una frittura oppure li cuocevo nella zuppa”. Ora può permettersi anche del riso, per fortuna, visto che non ha più i denti. Cosa che però non gli impedisce di continuare a masticare le sue amate foglie di coca.

Sinceramente, io preferisco vivere di meno e arrivare a “soli” 122 anni, come Jeanne Calment, ma seguire la sua dieta: abbondanti dosi di cioccolato e porto. Tutti i giorni.

[Giorgia Cannarella. Link: Corriere. Immagine: reuters]

1 commento

  1. Foglie di coca a parte, è ammirevole vedere che un essere umano possa vivere 120 anni. Non credo sia qualcosa che si possa replicare in una società moderna (per chi come me vive in città).

    Non è un caso che questi record di longevità si trovino sempre in società rurali, che vivono con poco e con pochissimo stress.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui