Roma. Massimo Sola lascia Eataly e la responsabilità della ristorazione

Notizie

Massimo Sola

Non fai in tempo a raccogliere le nuove idee di Oscar Farinetti che ha deciso di cambiare nome a Eataly, pardon, suffisso che arriva la notizia di altri cambiamenti. È ufficiale che Massimo Sola, responsabile di tutte le attività di ristorazione di Eataly Roma (escluso il solo ristorante Italia), lascia la casacca dello store a partire dal 3 ottobre.

“Una bellissima esperienza con grandissimi numeri da governare e un grandissimo rapporto con Nicola Farinetti, ma è ora di cambiare”, spiega lo chef originario di Varese che ha avuto in carico la responsabilità di una parte consistente del fatturato di Eataly Roma dall’apertura dell’estate scorsa ad oggi.

Nonostante i rumor volessero che al posto di Massimo Sola arrivasse un ristoratore dei Castelli Romani, sembra che la scelta di Oscar Farinetti si sia appuntata su Antonio Bufi attualmente in forza ad Eataly Bari che ha aperto da poco. Una scelta simile a quella che ha portato Gianluca Esposito da Eataly Bologna proprio al ristorante Italia all’ultimo piano dello store di Ostiense. Che conferma la volontà di costruire una scuola di talenti made in Eataly.

I soliti detrattori diranno che a Eataly i compensi sono troppo bassi (dove lo abbiamo già letto?) o che il “cerchio magico” di Oscar Farinetti è molto attento ai comportamenti dei dirigenti. Ma immaginiamo già le risposte del patron di Eataly: i compensi sono bassi anche per la proprietà e il cerchio magico non c’è. Oscar Farinetti fa tutto da sé e soprattutto sui collaboratori è lui a dire l’ultima parola se non a sceglierli direttamente. Come spesso è accaduto.




Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.