Scarto zero: cartoni per pizza e scatole per hamburger diventano cibo per piante

Disposable food bowl 02

Potrebbe essere un hamburger di fast food. O una pizza da portare a casa. Li prendiamo al bancone nella scatola che serve a fare pubblicità alla catena, a creare identità o semplicemente a consentire il trasporto. Imballaggi che sono rifiuti da smaltire in modo complicato e costoso anche dove c’è la raccolta differenziata. Michal Marko, studente di design dell’Università Bata di Zlin in Repubblica Ceca, prova a risolvere il problema con un contenitore biodegradabile al 100%.

Nulla di nuovo nel materiale, ma il concept di Disposable Food Bowl prevede l’autarchia di utilizzo. Dopo aver mangiato l’hamburger o la pizza, si staccano i semi dall’etichetta adesiva e si piantano nella terra che il recipiente conterrà al posto del cibo. Dopo una settimana, la piantina con tutto il suo contenitore potrà essere piantato in giardino o in vaso ed essere completamente assorbito. La funzione ha il sopravvento sul materiale ed indica la strada per migliorare il rapporto delle persone con l’ambiente attraverso il cibo.

“Mangia il tuo cibo, coltiva una pianta, salva il pianeta”: il semplice spot lanciato dal giovane designer si candida a diventare linea guida di un consumo consapevole.

[Crediti: Corriere]

3 Commenti

  1. Non sarebbe meglio evitare “del tutto” i cartoni in questione ?
    Usare incarti “leggeri” (fogli oleati e buste di carta) e non scatoloni ?
    O, meglio ancora, arrivare in pizzeria con un proprio contenitore lavabile e riutilizzabile da riempiere (eventualmente venduto dalla pizzeria stessa) ?

  2. stiamo lanciando un prodotto con un packaging (biodegradabile polpa di canna da zuccero) potremmo adottare anche la vostra idea se ci fornite maggiori dettagli e dove possiamo acquistare questo tipo di materiale
    Cordiali saluti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui