L’unico piatto buono alla Bracioleria di Milano sono le braciole messinesi a 12 €

Ristoranti

La Bracioleria Le Braciole

A Milano, un locale di sole polpette impallidisce di fronte alla verticalità di Bracioleria – fine missinisi cuisine. L’idea è semplice: braciole alla messinese, ovvero spiedini di involtini di carne (viene usato il magatello) ripieni di mollica di pane condita, grana stagionato, prezzemolo e sale, cotti su pietra lavica. Accompagnate da crocchette di patate, verdure di stagione grigliate, patate al forno o fritte. Vini di Duca di Salaparuta. Punto.

Nel senso che per una volta il nome del locale corrisponde anche al menu (in realtà, l’anno prossimo si inaugurerà uno spazio take away con salsiccia, polpette, cotolette alla messinese e qualche altro piatto; e sono previste delle “Limited Edition” temporanee con pesce spada, o con pistacchi di Bronte nel ripieno).

Per dire, non c’è nemmeno un dolcino, un biscottino, un caffè (sono previste però insalate nella pausa pranzo) – se è lodevole l’iperspecializzazione, forse qualche apertura del tipo caffè-digestivo non ci starebbe male. Prezzo: 12 € il piatto braciola+contorno, 18 € il piatto con due braciole.

Bracioleria Milano

L’idea è di due giovani messinesi trentenni, Roberto Ruggeri e Fabio Giuffrè, provenienti dal marketing e dalla giurisprudenza, che si sono lanciati in questa avventura, molto pensata e devo dire piacevolmente realizzata (a parte il non-caffè): ad esempio, i tavoli con carica-cellulari incorporato sono un brevetto di Roberto, così come il piatto, che dà la possibilità di sfilare lo spiedino lasciando nel piatto i soli bocconcini di carne.

 

La Bracioleria ha anche attivato una partnership con ActionAid e raccoglie donazioni per adozioni a distanza. Basta scattarsi una foto nel locale e postarla sulla loro pagina Facebook o fare check in su Foursquare per avere uno sconto. Oppure per devolvelo ad ActionAid.

Le braciole “missinisi” (anche se sono un po’ perplesso dall’eccesso di inglese di questi ultimi tempi, devo dire che “fine missinisi cuisine” mi piace) sono buone. Non ho termini di paragone. Ho mangiato quattro (ooohhh… mi è stato detto) braciole (sì, quattro piatti ciascuno con braciola e contorni) per verificare… ehm.. la costanza della qualità, ecco.

E, per usare un metro di giudizio comprensibile, sono buone buone buone.

La Bracioleria – fine missinisi cuisine. Via Fogazzaro 9, Milano. Tel. +39 02.5514784

 

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.