30 panettoni scelti dagli chef per dire Buon Natale

Tempo di lettura: 5 minuti

Alba Esteve Ruiz e il panettone Roscioli

Buon Natale in tavola. Ovvero dimmi quale panettone gli chef offriranno nei loro ristoranti. Se siete curiosi di sapere con quale dolce si chiuderà il pranzo di Natale o di queste feste, non avete che da seguire la scelta degli chef tra produzioni proprie e quelle di fidati prodotti artigianali. Come quella di Alba Esteve Ruiz che si affida al panettone di Roscioli (che trovate in vendita a Roma al forno e da Romeo Chef&Baker). Ecco cosa hanno preferito 30 chef, in rigoroso ordine alfabetico.

  1. Massimiliano Alajmo. Lo chef de Le Calandre (e La Montecchia, tra gli altri) si è cimentato in prima persona con la produzione del panettone, in particolare utilizzando olio extravergine d’oliva e la farina di grano duro, proponendo anche una versione allo zafferano e liquirizia.panettone Heinz Beck
  2. Heinz Beck. L’acclamato chef de La Pergola offrirà ai suoi ospiti un Panettone artigianale realizzato dal laboratorio di pasticceria del ristorante. Tra i menu delle feste c’è anche il dessert “Lamponi 1.1” presentato alla cena delle “Tre Forchette” e che lasciò tutti a bocca aperta.
  3. Andrea Berton. Al nuovo ristorante, bavarese al panettone.
  4. Massimo Bottura. All’Osteria Francescana va di scena la “trasformazione” del celebre lievitato: nel menu delle feste è presente il “Soufflè di panettone”.
  5. Cristina Bowerman. La chef  del Glass Hostaria e di Romeo si cimenterà con una “Girella di panettone artigianale ripieno di gelato al fiordilatte” realizzata con un panettone preparato personalmente.panettone Metamorfosi di John Regefalk
  6. Roy Caceres. Il panettone che degusteranno gli ospiti del Metamorfosi è un’intrigante creazione del sous chef John Regefalk, con whiskey torbato, pepe e agrumi.
  7. Antonino Cannavacciuolo. Il panettone offerto a Villa Crespi non sarà di certo da incubo, perché artigianale e preparato personalmente da Antonino ed il suo staff.panettone-Alfonso-Pepe-confezioni-1
  8. Alfonso Caputo. Alla Taverna del Capitano vasto assortimento di panettoni celebri, con i lievitati di Alfonso Pepe, Sal De Riso e Carmen Vecchione. Inoltre ci saranno gli immancabili classici delle feste, tra cui gli struffoli.
  9. Moreno Cedroni. “Naturalmente offro il panettone che faccio io, sono circa 15 anni che lo preparo, sia per i clienti che per uso personale , il piacere di vedere il panettone che cresce durante la cottura , è unico”. Queste le parole dello chef de La Madonnina del Pescatore.
  10. Lorenzo Cogo. A El Coq ha puntato sull’ultimo arrivato in casa Loison, il panettone alla “liquirizia e zafferano” che ho assaggiato in anteprima qualche mese fa e non posso che confermarne la bontà.
  11. Igles Corelli. Nel suo Atman servirà il Panettone di Mauro Gualandi della Dolceria Mazzini di Argenta.panettone pronto
  12. Dino de Bellis. Al Salotto Culinario c’è il panettone artigianale preparato con la brigata.
  13. Riccardo Di Giacinto. Da All’Oro, variazione sul tema del classico dolce di Natale: mousse di panettone e cioccolato con panna e orzata
  14. Alba Esteve Ruiz. Da Marzapane sarà servito il panettone dell’Antico Forno Roscioli.
  15. Andrea Fusco. Al Giuda Ballerino, mini panettone, gelato alla strega e crema di nocciole.
  16. Anthony Genovese – Sul Perbellini è caduta la scelta dello chef de Il Pagliaccio.
  17. Ernesto Iaccarino. Al Gran Melià di Roma, brioche calda al panettone con gelato al mais e cacao amaro.
  18. Rosanna Marziale. A Le Colonne, le festività sono particolarmente sentite: Rosanna Marziale prepara panettoni e cassate che sono anche in vendita: il ristorante è anche pasticceria.
  19. Luciano Monosilio – L’accoppiata Pipero-Monosilio punta tutto sul panettone artigianale per impreziosire i menu delle feste.
  20. Alessandro Negrini e Fabio Pisani – Alla cena della Vigilia di Natale da Il Luogo di Aimo e Nadia è stato offerto un dolce da loro elaborato, i Ravioli di rabarbaro con yogurt e zenzero in succo di melagrana e litchi, oltre ad una fetta di panettone accompagnata da una crema al mascarpone fresco. Il panettone è di Andrea Besuschio.Panettone Pier Giorgio Parini
  21. Pier Giorgio Parini. Agli ospiti del Povero Diavolo verrà regalato il panettone artigianale realizzato dallo chef, poiché nei menu delle feste saranno presenti nuovi dessert. Piergiorgio prepara i panettoni curando personalmente la canditura di bergamotto, cedro e chinotto che assieme al burro speziato ( vaniglia, noce moscata, anice, pepe rosa, pepe nero,cannella cassia, cardamomo, ginepro, fave di tonca, petali di rosa, tiglio fiori, anice stellato) al miele di ailanto, all’uva di sangiovese passita e agli altri classici ingredienti “basici” del panettone lo rendono assolutamente originale nel gusto e totalmente artigianale nella manifattura. Nessun preparato, aroma o conservante vengono utilizzati nel panettone del Povero Diavolo.
  22. Gianfranco Pascucci. Al Porticciolo ci si affida al rinomato panettone di Gabriele Bonci, per un’accoppiata tutta “Made in Roma”.Panettone Errico Recanati
  23. Errico Recanati. Da Andreina si potrà degustare il panettone artigianale (lievitazione dalle 24 alle 30 ore), realizzato con l’aiuto e la consulenza del panificatore Pierberardo Lucini, utilizzando impasti del rinnovo del lievito e pasta madre del panettone. Tra gli ingredienti ci sono il burro marchigiano, farine macinate a pietra, miele d’acacia marchigiano, uvetta e buccia d’arancia aromatizzati dallo chef con Rhum Ron Matusalem Gran Reserva 15 anni.
  24. Frank Rizzuti. Allo stellato di Potenza c’è la “Zuppetta di panettone artigianale” preparata dallo chef.Panettone Niko Romito preparazione
  25. Niko Romito. Al Reale, insignito quest’anno delle tre stelle Michelin, il panettone è studiato per il terzo anno dallo chef abruzzese ed eseguito insieme alla brigata.
  26. Marco Sacco. Anche al Piccolo Lago spazio al panettone artigianale preparato dallo chef pasticciere che collabora con il due stelle Michelin Marco Sacco.
  27. Fratelli Serva. Se sceglierete di trascorrere i giorni di festa a La Trota sappiate che c’è ad aspettarvi l’interessante “Mini panettone realizzato con cardi e lenticchie” che fa parte della piccola pasticceria di verdure offerta alla fine del pranzo.
  28. Ciccio Sultano. Al Duomo in Sicilia, abbinamento territoriale con il panettone artigianale della pasticceria Di Pasquale.Panettone Ilario Vinciguerra
  29. Ilario Vinciguerra. A Gallarate si potrà degustare il panettone realizzato dallo chef, con una particolare attenzione alle materie prime: burro francese, farine macinate a pietra, uova biologiche, canditi 9×9 dalla Sicilia, uvetta passa dall’Australia.
  30. Marianna Vitale. A Sud, in tavola le creazioni dei due maestri pasticceri Alfonso Pepe e Giuseppe Ratto e altri classici delle feste.

[Luca Sessa. Immagini: Facebook, Daniele Amato, Vincenzo Pagano]

4 Commenti

  1. Un suggerimento per il PR di Marzapane.
    Ok siete bravissimi ma mo’ basta.
    Io ho gia’ deciso che se passo per Roma non ci vado.
    Mi ha gia’ stufato.
    Buon Natale

  2. Evviva la sincerità dei ristoratori che hanno detto che si affidano all’acquisto di panettoni di pasticceria tra l’altro buonissimi.

  3. Con tutto il rispetto per Cannavacciuolo, il suo panettone non convince, sia per l’insufficente alveolatura dell’impasto che per l’eccessiva caratterizzazione derivante degli agrumi utilizzati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui