Sigep. La guida ai prodotti e agli stand che faranno parlare nel 2014

Tempo di lettura: 3 minuti

Sigep 2014

Innanzitutto, golosi, questa fiera, ad altissimo tasso calorico e glicemico, è perfetta per voi: avrete i sensi appagati e le papille gustative esaltate perché non mangerete solo con gli occhi, ve lo assicuro. Scoprirete in anteprima le novità della stagione, con una scorpacciata. E io vi voglio aiutare con una “lista della spesa” anche se, confesso, è stato difficile selezionare i 10 migliori prodotti che faranno parlare di sè nel 2014.

1. Valrhona

Gianluca Fusto

La novità di Valrhona si chiama “Gli essenziali del gelato”. L’azienda, famosa per il suo cioccolato, dopo due anni di ricerche e prove, è pronta per fare la guida pratica ai gelatieri per l’utilizzo del miglior cioccolato. E se Gianluca Fusto, noto (e notevole) pasticciere, presente allo stand, vi offre il gelato al cioccolato, come dirgli di no? Pad B3 – stand 040

2. L’anno della stracciatella

european gelato day

Il Consiglio Direttivo di Artglace – Confédération des Associations des Artisans Glaciers de la Communauté Européenne – ha stabilito che la 2a Giornata europea del Gelato Artigianale sarà dedicata al gusto dell’anno 2014: Stracciatella d’Europa con gelato fior di latte, gelato di fior di latte, cioccolato e succo di arancia. Il calendario dei festeggiamenti previsti per il 24 marzo li trovate sul sito Artglace e sulla pagina Facebook (info per le gelaterie al tel. +39 331 9043490 o a info@artglace.com).

3. Pernigotti

Pernigotti

Pernigotti  ha creato uno degli stand più belli e più ricchi della manifestazione e ha scelto di puntare sul gelato al cioccolato, cremoso e godurioso, ma la novità vera e propria sono i cremolati alla fragola, alla pesca gialla e al limone. Eccellenti. Pad. C3 – stand 180

4. Birre

birre-rhex-2014

Sigep e Rhex vogliono dire anche birra. La lista è molto lunga, ma io vi consiglio qualche nome: Amiata, Lariano, Del Ducato, Foglie d’Erba, Rurale, Caulier, Free Lions, Opperbacco. Ok, non è la mia selezione, ma so che potete fidarvi.

5. Leagel

Leagel

Cocktail molto particolari, di quelli che non si bevono ma si leccano sono stati presentati da Leagel che li ha reinventati trasformandoli in ghiaccioli. Il contenuto di alcol è inferiore rispetto ai cocktail tradizionali. Pad. C5 – stand 120

6. Fabbri

fabbri

I cocktail andrebbero accompagnati da qualcosa da mangiare, anche da un semplice pezzo di pane, ed ecco che arriva Fabbri con la novità golosissima: gelato di pane. Non c’è che imbarazzo della scelta: gelato al pane di Altamura, alla baguette, al pane e burro ecc. Da provare. Pad. A5 – stand C5

7. Natura Nuova

quinua real

A Rhex trovate una bella scelta di prodotti biologici e vegetariani, di Natura Nuova. Tra polpette di soia, tofu e seitan c’è da provare Quinua Real, un dolcificante liquido a base di quinoa. Pad. B7 – stand 114

8. Molino Quaglia

molino-quaglia

Sempre parlando di pane e di prodotti da forno, vale la pena di passare allo stand di Molino Quaglia. Oltre ad aver creato i Bricks di PerraViva, una nuova linea di legumi e cereali “germinati”, da altissimi valori nutrizionali che aiutano anche a ridurre i tempi di lievitazione, c’è un’altra bella novità. Si tratta di pasta sfoglia di farina integrale con 50% di burro in meno. Croccantissima e leggera. Hall B5 – stand D5

9. Pregel

violetta

Infine, se avete le figlie adolescenti e volete farle felici, portatele allo stand di Pregel, dove il fenomeno disneyano Violetta, idolo delle ragazzine di tutto il mondo, da oggi è anche un gelato. Color lilla, sapore caramella con brillantini e stelline dorate. Pad. C5 – stand 015

10. Carpigiani

Carpigiani punta sulle tecnologie innovative lanciando sul mercato il suo ambizioso progetto digitale: la app “MyGelato” permetterà agli amanti del gelato di trovare con facilità le gelaterie nei dintorni. I gelatieri invece potranno creare la app dei propri negozi per comunicare le novità e le promozioni ai clienti. Pad C7 – stand 127

5 Commenti

  1. Di artigianale in questo post c’è solo il riferimento alla birra… tutto il resto mi sembra robaccia industriale. Che senso ha parlarne? Perché mai dovrei far mangiare ai miei (ipotetici) figli un gelato al gusto “Violetta” che sarà pieno di schifezze chimiche? C’era già il Puffo che basta e avanza…

    • Perchè gli altri gusti secondo te sono creati sul momento con prodotti freschi?
      I gelati vengono fatti con i semilavorati.
      Ci sono aziende, molte citate in questo post, che fanno dei loro semilavorati l’eccellenza in Italia e nel mondo.
      Bisogna cercare di essere oggettivi, realistici e soprattutto INFORMATI

  2. d’accordo con Cassandra,l’industria gelatiera Italiana ogni anno è ai primi posti per innovazione,forse è un momento dove la creatività rischia di essere fraintesa,ma di certo non si scende con la qualità dei prodotti,essendo in prima persona impegnato in questo settore posso garantire che chi ha a che fare con il gelato è sempre alla ricerca,ogni stagione che passa,di un prodotto sempre migliore!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui