pesi-bilancia-ph-Hierer-Gerald

I più attenti alle calorie, anche in vista del temibile bikini bridge, e le buone forchette che non rinunciano al piacere di un piatto gourmet hanno una sola parola d’ordine: di-ver-si-fi-ca-re.

Negli ingredienti, nei colori, nelle cotture. Insomma mangiare un po’ di tutto, stando attenti alla salute e a non dimenticare qualcosa di crudo, qualcosa di (naturalmente) iperpigmentato e qualcosa di stagione.

Rientrando nettamente nella categoria dei golosi, io ho optato per l’introduzione di alcuni “superfoods”, super cibi – chiamateli come vi pare – nel mio menage culinario quotidiano che però non andassero a discapito del sapore e della godibilità del pasto.

Eccovi i 5 che ho testato e adottato.

1. Semi di Chia

chia

Minuscoli eppure incredibilmente potenti: sono una bomba di minerali (soprattutto calcio,potassio e ferro), di grassi acidi essenziali Omega 3 e Omega 6 e di aminoacidi, aiutano il controllo dei livelli degli zuccheri e del colesterolo e sono una ottima fonte  di proteine.

Si possono consumare crudi o cotti, aggiungendoli alle insalate, al muesli o alle zuppe: infilateli ovunque, non ve ne accorgerete nemmeno grazie al loro sapore completamente neutro.

Non solo: messi a bagno per qualche minuto in un liquido sviluppano un gel che può sostituire le uova negli impasti delle torte: mai più senza muffin a pois di chia!

2. Bacche di Goji

goji

Piccoli frutti, di un rosso acceso, da sempre essenziali nella medicina cinese, sono saliti agli onori delle cronache nostrane per le loro citatissime e innumerevoli proprietà in tema salute.

Le sostanze anti-invecchiamento (vitamine, minerali, carotenoidi) sono presenti in quantità davvero considerevoli nelle bacche di Goji insieme ad alcuni particolari polisaccaridi assenti in altre specie. Un ottimo supporto per il sistema immunitario.

Ma veniamo al dunque: sono buone! (accetto insulti, de gustibus…)

La consistenza è un po’ più “resistente” dell’uvetta passa, ma il sapore ricorda un po’ mirtillo e confettura di fragola, il che le fa andare dritte dritte nello yogurt insieme ai cereali del mattino.

3. Cacao crudo

cacao crudo

Io l’ho scelto nella forma solida del cioccolato classico in tavoletta,in cui il  cacao crudo subisce di processso di lavorazione a temperature che non superano mai i 42°, che mantiene inalterati gli elementi nutrizionali della bacca di cacao non tostata: il risultato alla voce salute è un concentrato di antiossidanti (flavonoidi), omega 6 e serotonina in ogni quadretto.

Unico produttore in italia è Loverdiana, di Daniele dell’Orco che in più lo dolcifica solo con nettare di fiore di cocco, rendendolo addirittura adatto per il diabete.

Curiosi e dal gusto inaspettato le varianti al lampone e con nocciole crude e bacche di Goji (pure qui!), consiglio di iniziare con il fondente all’80%, più vicino al sapore  del cioccolato a cui siamo abituati.

4. Avocado

avocado

Un naturale concentrato di energia, addirittura definito anti-depressivo e nemico giurato dei radicali liberi perché ricco di vitamina A ed E.

E’ vero, non è un alimento light: è in gran parte composto da grassi (dal 10 al 30%) ma trattasi di grassi “buoni”, ossia quelli capaci di regolare il deposito del colesterolo “cattivo” (LDL). Quindi fa bene alla salute.

Per una (una eh) pausa pranzo  super-healthy spaccatelo a metà, estraete il grande nocciolo e versate nelle cavità  yogurt salato, pepato e insaporito con aneto, succo di lime e pochissima senape. Oppure aggiungetene un quarto al frullato di frutta per una consistenza vellutata e spumosa.

5. Aceto di mele

aceto di mele

Una doverosa citazione finale voglio riservarla all’aceto di mele che, anche se assunto in quantità minime, annovera una moltitudine di pro e, pare, nessun contro per la salute.

Così, alla spicciolata:

  • stimola la circolazione e il drenaggio delle cellule
  • apporta sali minerali in quantità
  • alcalinizza l’organismo e ha azione antinfiammatoria
  • nutre la flora batterica
  • e UDITE UDITE: stimola il metabolismo dei grassi

Tutto questo a patto che lo scegliate bio, non filtrato e non pastorizzato e con questa regola:

se è torbido è buono.

Per una sensibile sferzata di forza e energia consiglio ai più coraggiosi un paio di cucchiaini al mattino diluiti in acqua e miele ( si può fare e avere ancora voglia di fare colazione, garantisco) altrimenti sostituito al classico aceto di vino in tutti i condimenti .

Vi ho convinti? Allora lancio ufficialmente la campagna adotta anche tu un superfood: vi fornisco di indirizzi utili e aspetto suggerimenti.

INDIRIZZI

Torino (e in tutta Italia). Naturasì. Corso Orbassano, 248

Milano. Biomì. Via Emilio De Marchi, 59 (zona Bicocca). info@biomi.it

Roma. La Capra Rampante. Via Donatello, 65 (Quartiere Flaminio)

Napoli. Dolci Qualità. Via Carlo Maria Rosini, 47 (Pozzuoli). Tel. +39 081 526 5258

[Testo e Immagini: Bettina Q. Turiaco]

12 Commenti

  1. Bacche di Goji a manciate al posto delle caramelle; aceto di mele ovunque,e unito al miele ottimo x curare il mal di gola!
    Già so che andrò pazza x i semi di Chia e x il cioccolato crudo!!! Quindi grazie per questo articolo che serve a chi come me, vuole sperimentare e conoscere ma ha bisogno di consigli!;)

  2. In questo periodo sono piuttosto astenica e giù di tono. Se queste bacche mi possono aiutare a recuperare un po’ di energia, perché no? Tentar non nuoce:-)
    Post molto interessante, mi hai fatto venire voglia di approfondire, grazie!

  3. Le bacche Goji, mi raccomando, vanno messe in ammollo prima di essere utilizzate. La migliore qualita’ affonda se le immergete in acqua e hanno un piccolo picciolo bianco all’ estremità che ne caratterizza la provenienza e l’ alta qualità. È meglio cucinarle con la carne in uno stufato, saltarle con le verdure ad es. spinaci, cavolo cinese etc. Nella regione più famosa per la produzione di queste miracolose bacche, producono una specie di confettura un po’ gelatinosa che e’ buonissima ottenuta facendo cuocere il suo mosto di color rossastro (frutto di molte ore di ammollo e di strizzatura energica con le mani) ad alta temperatura per molto tempo. Io personalmete lo utilizzo anche per i miei infusi serali insieme allo zenzero.
    Buon godimento e tanta salute a tutti!

  4. Sento sempre + spesso parlare di Goji…è arrivato il momento di provarle!!
    P.S.: Il negozio di Pozzuoli (Napoli) si chiama “Dolci Qualità”(senza ‘di’)…producono anche ottimo Miele

  5. ho scoperto da poco l’avocado, ottimo frutto, soprattutto un vero alleato della salute, ricco di vitamine e antiossidanti ed a mio avviso ha un ottimo potere saziante

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui