Salone del Mobile. Scegliere la cucina per sentirsi Bruno Barbieri

Tempo di lettura: 3 minuti

franke barbieri

Partono da Eurocucina 2014, l’appuntamento biennale del Salone Internazionale del Mobile di Milano, i consigli che Bruno Barbieri, chef pluristellato nonché giudice di Masterchef Italia e testimonial di Franke, ha dato per costruire la cucina perfetta.

ricetta ragù Massimo Bottura 3

Mi sono chiesta come dovrebbe essere la cucina ideale a casa o come potrebbe essere quella di uno chef. E ho visto quella di Massimo Bottura. Sono rimasta incantata. Per la ricetta e per il prezioso schienale che ricama la sua cucina. Quando si dice che la forma è sostanza.

Dalle pentole al frigo, passando per il piano cottura, il succo che vi estraggo è  fare una mediazione tra estetica e funzionalità di spazi ed oggetti.

Cambiano gli scenari domestici e i modi di abitare, e cambiano anche le cucine, tanto che il forno si può accendere, spegnere e monitorare dall’ufficio: basta scaricare l’apposita app sullo smartphone e come per magia avrete guadagnato i 40 minuti (a 200 gradi) del vostro pollo al forno da spendere come vi pare. Chiudete gli occhi e immaginate di tornare a casa famelici, aprire la porta ed essere accolti dal buon profumino di pollo appena sfornato, o qualsiasi altra pietanza, caldo e pronto da mangiare! Si chiama myMenu di Franke e con poco meno di mille euro è vostro. SI, LO VOGLIO.

1. La cucina

Abbandonate l’idea classica di cucina, quella delle vostre nonne dove i pensili erano altissimi e inaccessibili e i mobili contenevano attrezzature e pentole dimenticate perché inaccessibili, la linea b2 di Bulthaup è una cucina laboratorio. Un concetto radicalmente nuovo dove tutte le funzioni più importanti sono concentrate in tre elementi: stazione di lavoro, punto fuoco e punto acqua, oltre a due stazioni di contenimento per elettrodomestici, stoviglie, utensili di cucina, provviste e ingredienti. Le cucine contemporanee sono ancora più ibride e funzionali, quasi un salotto, come quelle di Varenna e di Bontempi.

B2 Bulthaup, Poliform Varenna, Bontempi. Prezzo secondo composizione

2. Forno e fuochi

franke mymenu forno.jpg Frankie mymenu app

Forno e microonde sono indispensabili e si vestono di finiture sempre più raffinate, come vetro e acciaio. Elettrodomestici sempre più intelligenti e belli. Sui fuochi ci sono molte possibilità di scelta, dal gas all’induzione, con dimensioni che variano da 2 a 8 fuochi. Tutto dipende da quanto cuochi siete. Il nostro chef consiglia un piano ibrido con piastra ad induzione e fiamma perché alcune ricette richiedono l’uno o l’atro, a seconda della cottura.

Forno MyMenu, Franke. Prezzo: 961 €

3. Abbattitore

abbattitore kitchenaid

Fino a poco tempo fa era ad uso esclusivo di ristoranti, permette la perfetta conservazione degli alimenti attraverso il rapido abbattimento della temperatura. L’abbattitore è il nuovo oggetto del desiderio dei neogourmettofili di tutto il mondo, altro che diamanti. Barbieri lo mette tra le cose da avere senza ombra di dubbio.

Abbattitore Kitchen Aid KRAB 6010. 3.900 €

4. Piano di lavoro e lavello

Franke Centinox Lavello con taglieri scorrevoli Lux, Plados

Il piano di lavoro costituisce un elemento fondamentale nella cucina da organizzare secondo la disposizione degli elettrodomestici. Bisogna prevedere gli accessori di cui avrete bisogno, ad esempio di un tagliere vicino o addirittura integrato come Plados nella serie Lux. E poi c’è il frigo vicino ai fornelli, come ci suggerisce lo stellato. Ma nessuno vi vieta di innamorarvi perdutamente di un piano in vetro completamente trasparente come Centinox di Franke, alla faccia della comodità.

Lavello Plados serie Lux. Prezzo: 300 €

5. Pentole

Wok Domenica con coperchio Ø 34 cm Alessi

Ne esistono di svariate misure e materiali, dall’acciaio al rame. Il necessaire secondo Barbieri è composto da due sauté grandi, un wok per le verdure, una pentola capiente per la pasta ed una friggitrice. Unisce bellezza e praticità il wok della linea Domenica da portare in tavola disegnato da Giovannoni per Alessi.

Wok Domenica, Alessi. Prezzo: 220 €

[Fatima Costa. Credit: Huffington Post. Immagini: domusweb.it, franke, bulthaup, Alessi, Poliform Varenna, Bontempi, plados lavelli da cucina, huffingron post]

3 Commenti

  1. L’abbattitore sarà pure stilish ma il prezzo è irragionevole. con poco più di mille euro è possibile prenderne uno meno estetico ma ugualmente funzionale. resta da capire se è davvero necessario per i consumi domestici dove si presuppone di non cucinare quantità di cibo da ristorante…

  2. Il rilievo di mauro (non concordo del tutto riguardo i coltelli, ma è un dettaglio), mi riporta alla realtà: nessuna di queste cucine appare in alcun modo funzionale. Le guardo e non mi vien da dire: ok, e ora AL LAVORO! Perché “lavoro” è appunto il cassetto dei coltelli _affilatissimi_, le terrine e i contenitori per lavorare, la mensola con le erbe, e ultimo, ma non ultimo, una signora lavastoviglie che sia risolutiva di ogni tuo pasticco ed eventuale errore di cucina 🙂
    P.S. Alessi (azienda da visitare, per vedere tutte le collezioni disponibili) fa cose anche più belle di quella mostrata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui