Sequestrata carne vecchia di 40 anni pronta per il mercato cinese

Tempo di lettura: 2 minuti

mercato-carne

Abbiamo subito tirato un sospiro di sollievo: la “zombie meat” la carne sequestrata da qualche giorno fa dalle autorità cinesi e pronta per essere immessa sul mercato non ci arriverà.

Una buona notizia, ma è lecito chiedersi quanta carne di contrabbando non viene intercettata e finisce sui banconi dei negozi. E mentre ancora il web protesta contro il Festival della carne di cane di Yulin, si allunga la lista degli scandali alimentari nel Paese del dragone.

C’è da stare tranquilli nonostante questa carne zombie, un nome meritato visto che buona parte delle 100mila tonnellate di pollo, manzo e maiale erano vecchie di oltre quarant’anni.

Sono rimasta esterrefatta.

Parte della carne era in putrefazione, altra risultava essere stata congelata addirittura negli anni Settanta. Il giro d’affari era di circa 450 milioni di euro (3 miliardi di yuan).

carne-marcia

Le 100mila tonnellate sono state sequestrate nel corso di una maxi operazione contro il contrabbando di carne e ha coinvolto ben 14 diverse bande in tutto il Paese. Si tratta di un business criminale fiorente in Cina: i contrabbandieri comprano la carne a basso costo in altri Stati asiatici, per poi introdurla illegalmente in Cina e rivenderla a prezzi più alti.

Già questo pone gravi rischi per la salute del malcapitato a cui toccherà mangiarla: per la stessa natura illegale del trasporto è praticamente certo che la carne venga scongelata e ricongelata più volte durante il viaggio che la porterà a destinazione. E già questo fa male.

Ma in fondo sembra quasi auspicabile rispetto a quello che hanno scoperto i funzionari della dogana del Changsha, nella provincia dello Hunan: carne congelata da 40 anni e passata attraverso Vietnam, India e Hong Kong. Prima di entrare in Cina, ripulita da qualsiasi etichetta che potesse fa risalire alla provenienza. Pensateci, mentre i carri armati cinesi entravano a Piazza Tienanmen per reprimere nel sangue la rivolta (era il giugno del 1989), questa carne se ne stava già in congelatore da un ventennio.

La Cina è vicina in cucina? Speriamo di no.

[Immagini: Kim Kyung-Hoon/Reuters, China Photos/Getty Images, Jeff Widener]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui