Sonia Peronaci a Giallozafferano

Sembra quasi impossibile, ma Sonia Peronaci, regina della cucina web, ha lasciato GialloZafferano, la sua creatura che è campione di accessi e miete premi di continuo.

Sono trascorsi 9 anni da quando l’avventura di Sonia prende forma a Milano con un format di ricette step by step che in quel lontano 2006 sono la normalità per molti libri di cucina. Ma l’imprenditrice, aiutata dal compagno, ha l’idea giusta per differenziarsi dalla carta stampata che ha ancora il suo peso rispetto al “leggero” web.

Infatti, dopo i primi successi, arriva nel 2009 la proposta di Banzai che acquista il sito mentre Sonia monta una cucina in ufficio e ci piazza davanti una telecamera accompagnando il visitatore di giallozafferano.it per mano nei passaggi per arrivare al piatto finito. La prima video ricetta postata su youtube è di quell’anno.

La sua è una cultura popolare contemporanea che guarda all’utilizzo quotidiano degli ingredienti, alla spesa di tutti i giorni, alle persone che non vivono per costruire il piatto perfetto con la spesa migliore.

Servono i numeri e dall’alto dei suoi infiniti accessi e di un SEO monopolizzante, in cui basta digitare ricetta per vedere apparire il sito, Sonia Peronaci mantiene i piedi per terra e continua con il suo linguaggio facile e la soluzione della “vicina della porta accanto” (perché la nonna e la zia che può permettersi di impiegare tanto tempo ai fornelli è un essere mitologico in via di estinzione).

Sbarca in televisione con il co-marketing e le ricette semplici e lo fa dalla porta che tutti dicono essere la peggiore, quella della pubblicità (anche se tutto il mondo del food in rete farebbe carte false per avere un decimo degli accessi del suo sito). Nel 2010 è testimonial italiana della Kraft, nel 2011 realizza sei spot pubblicitari.

Giallo Zafferano nel 2011 contabilizza 2 milioni di utenti unici al mese. Nel 2013 diventano 4. Nel 2014 sono quasi 7 milioni.

Nel novembre 2013 è la volta di Fox Life con una trasmissione che ricalca lo spirito del sito.

“È bello cambiare, ma il cuore rimane un pochino ai 30 ragazzi con cui ho vissuto negli ultimi anni”, ci dice raggiunta in chat. “Da una parte felicissima, dall’altra un po’ dispiace”.

Sul suo sito soniaperonaci.it campeggia il saluto e qui a breve tornerà con una nuova veste per ospitare il dialogo diretto con chi l’ha sempre seguita:“sarà nuovamente possibile condividere segreti e trucchi con immagini e videoricette di impatto”.

La destinazione finale è la televisione, ma i suoi fan dovranno attendere la primavera 2016. Per ora Sonia non dice di più

1 commento

  1. Se non è zuppa è pan bagnato.
    Se non è il Web è la TV.
    .
    Ci vuole tanto a capire i legame tra tv & web, tra televisione $ blog ?
    .
    Se Giallo Zafferano è stata acquistata da Banzai
    e, dopo pochi anni, Sonia P lascia e va in TV
    Se Dissapore è stata acquistata da pochi mesi
    è ipotizzabile la presenza in TV di Massimo Bernardi tra pochi anni?
    .
    Perché?
    Non c’è niente di sacro…tranne il marketing, il business.
    E’ così che gira il mondo.
    Anche Grom, tra non molto, lo vedremo in TV (dopo aver venduto la gelateria a Unilever) in un nuovo format dal titolo:
    C’era una volta: come raccontare le favole al tempo del web.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui