Milano. Delishoes, ristorante feticista che mette insieme scarpe e tiramisù

A Milano ha aperto Tiramisù Delishoes il primo dessert restaurant in Italia. Un locale particolare, quasi feticistico, che unisce due passioni femminili: i dolci e le scarpe.

Un gioco di contrasti ben equilibrati, la contrapposizione tra dolce tiramisù e salato, tra shop shoes e pasticceria/ristorante.

Tiramisù Delishoes Milano

Sono le piacevoli contraddizioni di questo nuovo spazio che rischiava di essere l’ennesimo locale in Brera e invece si è rivelato una piacevole sorpresa.

Prendendo spunto da Espai Sucre di Barcellona – primo ristorante al mondo totalmente dedicato al dolce – e coinvolgendo nel progetto gli chef e pasticceri Jordi Butròn e Xano Saguer, è stata ideata la versione italiana giocando sul dolce più amato e più noto, il tiramisù.

All’ingresso, il Tiramisù Bar offre durante l’arco di tutta la giornata (da mezzogiorno alle 22,00) non solo la versione classica, ma anche diverse reinterpretazioni: Roberta, appassionata creatrice di piccola pasticceria e di tiramisù, assembla davanti ai nostri occhi un dolce personalizzato, scegliendo dalla lista de “I cinque elementi” (5 creme + 5 biscotti + 5 bagne + 5 guarnizioni + 5 decorazioni) i diversi gusti.

A richiesta si possono avere i cinque elementi separati e decidere noi in che quantità e in che ordine gustarli. Qualche esempio?

Le creme: mascarpone neutro, in spuma o gelato, al cocco, alle albicocche, alla nocciola.

I biscotti: classico, al sesamo, al tè verde.

Le bagne: al caffè, al vermut e pompelmo, grappa e frutto della passione.

Le guarnizioni: spuma di caramello, di limoncello, granita di caffè.

Le decorazioni: fave di tonka, lampone disidratato, zucchero filato.

Ma non bisogna fossilizzarsi sul tiramisù. Il Tiramisù Delishoes è anche, e soprattutto, un ristorante sempre comunque caratterizzato dalla contrapposizione, o per meglio dire, dalla piacevole e riuscita coesistenza di dolce e salato.

Offre una particolare reinterpretazione di piatti della cucina italiana realizzati con gusto ed equilibrio da Kevin Eyraud chef di origine francese formatosi in Spagna.

Cotoletta con gelato di cipolla, vitello alla plancha, spuma di patata, verdure croccanti e mostarda, chupito di crema di zucca con formaggio e semi di zucca canditi, biscotti al Parmigiano, risotto con calamari su una crema di zafferano e schiuma al frutto della passione, cous cous con rana pescatrice, zucca e salsa allo zenzero, panna cotta speziata al limone con mela verde, rucola e yogurt greco son solo degli ottimi esempi.

I dolci sono invece realizzati da Arcangelo (un nome, una garanzia) executive pastry chef.

Tutto ciò avviene al piano terra nella sala rossa d’ingresso per le prime colazioni (servite con piccola pasticceria, crostatine e croissant farciti al momento) e nella sala azzurra per tutti i momenti della giornata, dal pranzo al tè pomeridiano fino al dopocena.

Al piano inferiore invece si trovano la stanza dorata, per piccole riunioni e cene più intime, e il cuore del Tiramisù Delishoes la shoes room dedicata alle calzature, alle borse (la specialità della casa consiste nella dotazione di tutte le borse di due pattine, o flap, differenti per personalizzarle a piacere). E, un po’ dappertutto, nelle nicchie o in vetrinette sono esposti i diversi modelli di scarpe, borse e gioielli.

Prezzi: un piatto alla carta € 14 / € 18. Dolci e Tiramisù al piatto € 12. Tiramisù Bar – il Tiramisù su misura da comporre scegliedo tra vari gusti di Crema, Biscotto, Bagna, Guarnizione, Decorazione € 10.

Tiramisù Delishoes. Via Formentini 2. Milano. Tel. + 39 02 91321602

[Lorenza Pliteri. Immagini: Francesca Moscheni]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.