Bufera sui Quattro Ristoranti, popolare show televisivo con Alessandro Borghese in cui quattro locali dal format comparabile gareggiano per un premio di 5000 euro da spendere nell’attività. Ci sono volute 5 stagioni, ma alla fine qualcuno ha storto il naso. E’ successo a Padova, dove Daniele Bovolan, della Gourmetteria, panin-osteria-bar con spirito gourmet, proprio non ci sta a classificarsi ultimo (cioè al quarto posto), al termine della puntata andata in onda il 12 luglio scorso.

Al termine delle riprese, che si sono concluse circa un mese fa, il proprietario della Gourmetteria, che si trova in via Zabarella, ha accusato la produzione di aver manipolato la puntata sostenendo che l’immagine del locale che ne emerge è molto lontana dal vero. Ha deciso quindi di fare causa a Sky Uno – titolare dei diritti per il primo passaggio dello show – e ad Alessandro Borghese per – citiamo Bovolan – “enorme danno d’immagine”. “Fortunatamente – dice l’esercente padovano – i clienti non mi mancano. Volevo semplicemente far conoscere a tutti lo spirito che mi ha portato ad aprire un posto come la Gourmetteria. Ma l’immagine che ne è uscita dal programma non corrisponde assolutamente alla realtà»

L’accusa di Daniele Bovolan è pesante, e riguarda l’intero meccanismo di produzione dello show, con menu realizzati apposta per la puntata, prezzi abbassati al massimo e strategie furbette per ottenere il favore delle telecamere. Di “reality” insomma, in quello show ci sarebbe ben poco: «In questo meccanismo perverso sono rimasto schiacciato io, l’unico a essere rimasto fedele alla mia vera natura. Mi dispiace perché il risultato finale non è assolutamente rappresentativo del “mercato” padovano. Bocciare in questo modo la Gourmetteria è come bocciare tutti i clienti che ogni settimana ci scelgono ormai da anni. […] Così già il secondo giorno mi sono rivolto al mio avvocato di fiducia. Insieme siamo andati a Milano e abbiamo messo nero su bianco una serie di contestazioni. Grazie a questo siamo riusciti a far tagliare alcune scene che, altrimenti, mi avrebbero penalizzato ancora di più».

Nella gara per eleggere il miglior ristorante bar della cittadina veneta la Gourmetteria non è riuscita a convincere pienamente i colleghi ristoratori, e ha concluso la sua prova con 84 punti, ben al di sotto dei 113 conquistati dalla vincitrice della puntata, Eleonora Piovesan del ristorante Radici. Terra e Gusto, in via Costa, che ha anche vinto il bonus (un ulteriore premio a discrezione di chef Borghese su un piatto della tradizione). Al secondo posto con 106 punti Antonio Ferrari, Storie di cibo e di vino di via Umberto I, e al terzo Gineria Gourmet di via Boccaleria con 93 punti.

La risposta della produzione, la DryMedia Srl, non si è fatta attendere, con le dichiarazioni dell’AD Fabrizio Iervolella, che riportiamo: “Siamo giunti alla quinta edizione di 4 ristoranti il cui successo è dovuto anche al fatto che, nella realizzazione di ciascuna puntata, a tutti i ristoratori protagonisti è lasciata la totale libertà di esprimersi e di far emergere la propria personalità e professionalità come meglio essi ritengano e di formulare liberamente i propri giudizi. Se i giudizi degli altri partecipanti e l’esito della puntata hanno urtato la sensibilità di Daniele Bovolato ne siamo dispiaciuti, ma fa parte del gioco, e respingiamo categoricamente il fatto che il signor Bovolato ci avrebbe indotto a tagliare alcune scene considerate da lui inopportune a seguito di un incontro con il suo legale. Oltre 200 ristoratori prima del signor Bovolato si sono sottoposti al giudizio dei colleghi e anche chi è arrivato ultimo nella classifica di ciascuna puntata ne ha preso atto per trovare spunti di miglioramento e ha continuato la propria attività spesso traendo vantaggio della notevole visibilità acquisita“.

Vedremo come andrà a finire la vicenda, che potrebbe costituire un precedente pericoloso per questa e per tutte le altre gare televisive, che, in quanto tali, prevedono sempre un primo e un ultimo classificato.

[Aggiornamento: il ristoratore Daniele Bovolato ha fatto sapere che non ha dato seguito all’azione legale contro Sky Uno e Alessandro Borghese, in seguito agli esiti della puntata del tv show Quattro Ristoranti in cui era tra i concorrenti. Sembra che la decisione non sia stata presa tanto per un ripensamento del diretto interessato, ma quanto per alcune clausole contrattuali che aveva sottoscritto prima di partecipare al programma.

Niente paura per Sky Uno e Alessandro Borghese quindi, ma un bel po’ di pubblicità per Daniele Bovolato, che per quanto negativa (i social non hanno gradito molto questa iniziativa), è pur sempre pubblicità.]

[LInk: Corriere del Veneto, Il Mattino di Padova]