Gino Sorbillo ha incontrato il Ministro dell’Interno Matteo Salvini prima di andare ad Afragola  in un incontro cui hanno partecipato il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, e l’Onorevole Gianluca Cantalamessa membro della Commissione Parlamentare di Inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali.

“Ho ricevuto la solidarietà da tantissime persone e per me in un momento così difficile è importante sapere che lo Stato c’è ed è presente”, ha commentato il pizzaiolo la cui pizzeria è stato bersaglio di una bomba.

Il clima di solidarietà che è partito spontaneo sui social con #iostoconsorbillo e #pizzapulita ha toccato in pratica tutte le istituzioni.

“Non riesco a capire il motivo di questo atto: io sono stato nell’Arma dei Carabinieri, non ho ricevuto minacce e quindi non mi spiego questa cosa se non come un messaggio ai tanti che a Napoli vogliono lavorare bene e nella legalità”, ha spiegato Sorbillo.

Il Ministro degli Interni ha ascoltato Gino Sorbillo che ha sottolineato come sia necessario prevedere una bonifica e un migliore controllo dei vicoli di Napoli: “Non basta avere le telecamere sulle strade principali”.

Un altro tassello che si aggiunge alla sua voglia di rinascita condivisa da colleghi, commercianti, cittadini.

Sul caso dell’ordigno, il questore di Napoli Antonio De Iesu ribadisce che gli investigatori “portano avanti e in maniera forte tutte le piste”, riferisce l’Ansa.

3 Commenti

  1. Sono senza parole….un razzista, antimeridionalista da sempre, come dimenticare il coro da stadio contro i napoletani! Avrebbe dovuto incontrarlo ad un tavolo istituzionale. Così legittima .

  2. Dalla faccia dipinta di nero per Koulibaly alla stretta di mano con un ministro razzista. Sorbillo si nu rafaniell, rosso fuori bianco dentro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui