Gino Sorbillo lo aveva chiesto al Ministro dell’Interno Matteo Salvini: più sicurezza per i vicoli di Napoli e maggiore attenzione e protezione per gli esercizi commerciali come le pizzerie nell’incontro a seguito della bomba che aveva danneggiato la pizzeria di via dei Tribunali.

E oggi si registra un nuovo attacco a una pizzeria, quella di Salvatore Lioniello a Succivo, per ironia della sorte a poca distanza da Afragola dove il Ministro si era recato per dire che lo Stato è più forte dei balordi nonostante le otto bombe che erano esplose.

La cronaca deve quindi registrare il furto con scasso alla pizzeria di Salvatore e Michele Lioniello che evidentemente è sotto i riflettori non solo per la sua ottima pizza.

Nella notte ignoti si sono introdotti nella pizzeria e si sono diretti nel piccolo ufficio che Salvatore ha ricavato alle spalle della cucina.

Un foro nella parete e i ladri hanno portato via l’incasso della serata.

“Purtroppo oggi abbiamo capito che nella nostra pizzeria non vengono solo le belle persone ad assaggiare le nostre pizze, ma anche i farabutti che vivono sulle spalle di chi lavora. Le indagini sono in corso e voglio ringraziare i Carabinieri e le Forze dell’ordine che sono al lavoro. Spero che riusciranno a individuare gli autori di questo gesto criminale. Succivo non deve finire sui giornali per queste cose”, al telefono è scosso il pizzaiolo famoso per le sue pizze e per il cappello.

“Per fortuna che c’è il nostro pubblico che ci vuole bene e che oggi attenderemo con ancora più impazienza perché sono le tante persone che vengono nella nostra pizzeria a farci fare cose straordinarie e ci faranno superare questo brutto momento. Ripartiamo con un danno economico importante ma con la solita voglia di fare sempre meglio”, conclude Salvatore Lioniello.

Una speranza arriva anche dalle registrazioni delle telecamere di sicurezza a circuito chiuso da cui potrebbero arrivare importanti indicazioni per dare un volto e un nome ai ladri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui