Capodanno fa rima con brindisi e bollicine. In Italia le zone più vocate sono il Valdobbiadene per il Prosecco, la Franciacorta o il Trentino per il metodo classico. Vini che assicurano il “filo di perle” che l’immaginario collettivo vuole caratteristica degli champagne e delle feste.

Se siete tra i sostenitori del Made in Italy siete nel posto giusto.

Le 10 migliori bollicine italiane per brindare alle feste

Abbiamo selezionato 10 etichette che rendono l’Italia tra i più fieri produttori “di bolle”.

Come saprete, il metodo classico prende spunto dalle lavorazioni dei cugini d’Oltralpe e prevede la rifermentazione in bottiglia. Nell’ultima fase della lavorazione (dégorgement) viene congelato il vino contenuto nel collo della bottiglia (dove sono stati accumulati i lieviti esausti) e, una volta tolto il residuo, la bottiglia viene rabboccata con uno sciroppo di vino e zucchero (liqueur d’expedition). Utilizzano questo sistema il consorzio del Franciacorta e Trento DOC.

Per il Prosecco invece si usa il metodo Charmat (o metodo Martinotti) che prevede l’ausilio dell’autoclave e un minor tempo di attesa.

Ma seguiteci e avrete altre sorprese.

1. Ferrari

Un omaggio alla prima etichetta prodotta da Giulio Ferrari a inizio novecento: il Ferrari Maximum Blanc de Blanc ha una grande finezza con note minerali e agrumate sul finale, all’olfatto una grande intensità di frutta matura; sosta 36 mesi sui lieviti per un 100% di uve chardonnay. Sebbene sia stato presentato da poco, ha già vinto il Best Italian Sparkling Wine 2019 di Champagne & Sparkling Wine World Championships e il Silver Award  dell’Internation Wine & Spirit Competition 2018.

Prezzo: 17,90 €

2. Nani Rizzi

Tre sorelle che si occupano in toto della cantina ereditata dal nonno, nel cuore della miglior produzione del prosecco, quella della DOCG del Cartizze. Una raccolta manuale per questi vitigni eroici che sono stati dichiarati patrimonio Unesco. Nel prossimo anno questa cantina accoglierà anche i turisti nella piscina tra le vigne e col progetto di un’accoglienza più vasta, con ospitalità. Questo spumante presenta un profumo intenso, pulito e fine con note di miele d’acacia ed erba limonina con elegante fondo di frutta matura per un 100% di uva Glera.

Prezzo: 22,50 €

3. La Montina

Nel cuore della Franciacorta a Monticelli Brusati (BS) si coltivano le uve tra la bellezza della seicentesca Villa Baiana e il primo Museo di Arte Contemporanea per una storia che inizia del 1620. Franciacorta di punta de La Montina è il Quor 2910 , affinato per appunto 2910 giorni, a tiratura limitata con una spremitura delicata attraverso il solo Torchio Verticale Marmonier. Perfetto in abbinamento con delle lasagne provola e speck, ma anche con un branzino al cartoccio.

Prezzo: 30 €

4. Ca’ di Rajo

Il Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Extra Dry di Ca’ di Rajo, premiato con i 95 punti da Decanter è stato anche protagonista alla 47esima edizione degli International Emmy Awards, gli “Oscar” della televisione. 100% glera raccolto manualmente si presenta all’olfatto morbido con frutto emergente, equilibrato e sapido, al palato risulta gradevole ed armonico. 

Prezzo: 9,50 €

5. Vinicola Cherchi

Filighe è tra i primi spumanti metodo classico millesimato da Vermentino di Sardegna DOC dell’azienda Cherchi di Usini (a pochi chilometri da Alghero). Giovanni Cherchi è stato anche il protagonista della ribalta di un antico vitigno autoctono, quasi dimenticato, il Cagnulari. Oggi è in vendita il millesimo 2013 dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, perlage fine e persistente grazie alla rifermentazione in bottiglia secondo il metodo classico. 

Prezzo: 11,70 €

6. Cantine Nicosia

Sosta Tre Santi di Cantine Nicosia è un Etna Brut tra gli spumante DOC Etna che prende il nome dalla leggenda che vede tre santi fermarsi proprio nella contrada a un’altitudine che va dai 700 ai 750 m dove vengono raccolte le uve di Nerello Mascalese di questo vino. 24 mesi di affinamento sui lieviti in bottiglia.

Prezzo: 18,50 €

7. Cavit

Dai vigneti a grande vocazione spumantistica del Trentino come la Valle dei Laghi, le colline di Trento e l’Altopiano di Brentonico, situati tra i 450 e i 600 metri di altitudine, la cantina Cavit presenta Altemasi Trento Doc Millesimato, uno spumante Metodo Classico con spuma persistente e perlage molto fine. Un colore giallo paglierino con sfumature verdoline appena accennate.

Prezzo: 30 €

8. Mionetto

Entra tra i nostri vini da stappare per capodanno per la bellissima “winter edition” ovvero Sergio White Edition, la nuova White Icon di Mionetto, Spumante Extra Dry, una Cuvée Extra Dry ottenuta da una vinificazione in bianco, alla quale segue la spumantizzazione con metodo Charmat.

Prezzo: 5,30 €

9. Ciù Ciù

Una proposta decisamente audace per il nostro capodanno: Merlettaie Brut è un vino spumante brut della varietà Pecorino dell’azienda Ciù Ciù. Spuma candida e cremosa, colore giallo paglierino deciso e brillante venato di verde, perlage sottile e continuo. Al naso esprime note fragranti di lieviti seguite da profumi floreali di fiori di tiglio e di biancospino, il tutto su un piacevole fondo minerale.

Prezzo: 10,30 €

10. Berlucchi

Berlucchi ’61 Rosè è uno dei cavalli della storica casa Berlucchi, quella dove è nato il Franciacorta con metodo classico. Pinot Nero (60%) e Chardonnay (40%), provenienti dai più vocati vigneti dei 19 comuni della Franciacorta, un affinamento a contatto dei lieviti per almeno 24 mesi, seguito da altri 2 mesi dopo la sboccatura.

Prezzo: 15,50 €

Un accorgimento: non accompagnate uno spumante (solitamente un brut, quindi un vino “secco”) a panettone e pandoro che vogliono vini “per concordanza” come passiti o un moscato d’Asti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui