Un caso interessante: Cibario, servizio di cucina take away a Milano, zona Isola, continua a lavorare per l’asporto, lasciando ai clienti la possibilità di “far mettere in conto” il proprio pranzo o la cena, e pagarlo più tardi, a fine mese, con ticket-bancomat-Satispay-carta-Bill-contanti…

Le reazioni ai vari provvedimenti anti-Coronavirus sono state le più disparate: da chi chiude la sera a chi apre solo per delivery, da chi prima chiude poi apre poi chiude, a chi chiude del tutto. E poi ci sono quelli che decidono di continuare a lavorare, appunto come Cibario, che ha spiegato su Facebook questa sua iniziativa.

«Parliamo di telelavoro. O di smartwork. La città è divisa in due: tra chi dice telelavoro e chi smartwork. Grosso modo fino a 40 anni si dice smartwork, dopo telelavoro. Ma la sostanza non cambia. Sei a casa a lavorare, in moltissimi casi in compagnia dei figli che dovrebbero fare la telescuola o smartschool, ma che in pratica non fanno un tubo salvo ostacolare il tuo telelavoro o smartwork. Così alla fine per lavorare hai meno tempo di quando, bei tempi, andavi in ufficio. Perché il paradosso è questo: lavorando da casa manca il tempo per lavorare 😜.

In questo paradosso non vorrai mica usare minuti preziosi per cucinare, giusto? Fai così: studiati il menu che trovi qui sotto, scaricati l’app Cibario che non devi neanche dare il numero della tua credit card o carta di credito e ordina da lunedì a venerdì il pranzo o la cena: consegniamo in tutta Milano (senza costi di consegna) e pure nei dintorni.

Troverai in menù piatti che vanno bene per tutti i telelavoranti e i telestudianti di casa. Consegnati nei pratici bentobox Cibario, che ci mangi dentro benissimo e non devi manco lavare i piatti. E non devi lavare neanche le posate te le mandiamo belle compostabili. Ah, insieme ai piatti ti arriva pure la quasi famosa focaccia Cibario appena fatta, così non devi neanche fare l’assalto al forno di manzoniana memoria.

Tutte queste meraviglie te le portano i fattorini Cibario, tutti simpatici, tutti assunti, tutti dotati di guanti e mascherina perché tutti dobbiamo essere più attenti per essere più sicuri.

Ah, e il pagamento come funziona? Per limitare al massimo i contatti ed essere tutti più sicuri Cibario ti propone di… non pagare. Cioè di mettere in conto come si faceva nelle drogherie di una volta e come già oggi fa chi lavora nelle aziende convenzionate con il delivery Cibario: paghi a fine mese gli ordini fatti, con i ticket o buoni pasto, con il cash o contante, con la debit card o bancomat. E pure con Satispay o Bill. In tutta sicurezza, perché l’app Cibario traccia tutti gli ordini e ti fa il conto finale. Poi passa il simpatico fattorino e saldi il conto. Poi Cibario si fida dei suoi clienti, come speriamo i nostri clienti si fidino di noi 😊.

Perché la fiducia è una cosa importante, e lo è ancora di più in questi tempi difficili (che, siamo fiduciosi, sapremo superare tutti insieme).»

Aperto dal 2016 da Marco Salamon, Cibario è ormai una realtà solida e affermata. La formula è quella del menu settimanale con una serie di piatti fissi e un “piatto del giorno”, da ordinare sulla app e ritirare in loco (via Confalonieri, alle spalle della Stecca degli Artigiani, all’Isola. E di fronte alla Biblioteca degli Alberi, il grande spazio verde che unisce Gae Aulenti e Porta Nuova all’Isola.

Lavora bene sui social, postando regolarmente i menu e i piatti del giorno, presentati anche quotidianamente sulla sua newsletter. E si è inventato questa iniziativa simpatica – anche se il problema maggiore è ancora quello di vincere la diffidenza della gente in questi tempi di Coronavirus.

Stranamente, le persone si affollano al supermercato a fare scorte (anche se ultimamente le entrate all’Esselunga, ma anche altrove, sono state contingentate), ma hanno paura ad aprire la porta di casa a un rider, per quanto “disinfettato” e che si tiene a distanza di sicurezza.

Cibario. Via Federico Confalonieri, 11. 20124 Milano. Tel. +39 3356272360.

[Immagini: Cibario]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui