Delivery. Uber Eats prova a mettere in sicurezza i rider

Tempo di lettura: 3 minuti

Il delivery, la consegna a domicilio, utile strumento per non far spegnere del tutto le attività di ristorazione in Italia o pericoloso anello di contagio per la scarsa protezione dei rider e dei cibi trasportati?

Uber Eats prova a mettere in sicurezza le attività di consegna di cibi a domicilio con alcune iniziative.

Lo fa in maniera semplice con donazioni dirette alla Protezione Civile equivalenti alle mance offerte da chi riceve il cibo all’aiuto ai corrieri con materiali di protezione e disinfettanti oltre all’assistenza finanziaria ai rider cui viene diagnosticato il COVID-19.

Ecco la lettera inviata a tutti i clienti dalla piattaforma di consegna a domicilio.

Uber Eats contro il Coronavirus

Caro Cliente,

La sicurezza di chiunque utilizzi i servizi Uber Eats è la nostra priorità. Stiamo monitorando attentamente l’evoluzione del coronavirus (COVID-19) e vogliamo condividere alcune azioni che stiamo intraprendendo:

Aiuto ai corrieri

Cogliamo l’occasione per informarti che ogni corriere a cui verrà diagnosticato il COVID-19, o per cui è stato disposto l’isolamento dalle autorità sanitarie, riceverà assistenza finanziaria per un periodo fino a 14 giorni mentre il suo account è sospeso. Abbiamo già aiutato alcuni corrieri e autisti in alcune parti del mondo e stiamo lavorando velocemente al fine di implementare il processo a livello globale.

Materiale di protezione

Stiamo lavorando per procurare disinfettanti e altro materiale protettivo da distribuire ai corrieri. La disponibilità di questi materiali è però al momento limitata. Per questo motivo abbiamo deciso di dare la possibilità ai corrieri che lo desiderano di acquistare mascherine, guanti e materiale disinfettante per superfici. Uber Eats provvederà al rimborso di quanto speso.

Aiuto concreto alla Protezione Civile

Al fine di dare un concreto supporto a tutti coloro che si stanno adoperando in questa difficile situazione abbiamo deciso che, fino al 30 aprile, per ogni euro di mancia che darai a un corriere, Uber Eats donerà lo stesso importo alla Protezione Civile Italiana. Quindi, ad esempio, se decidessi di dimostrare al corriere di aver apprezzato il servizio dandogli 2€ di mancia, avrai automaticamente donato 2€ alla Protezione Civile Italiana.

Le note del cliente

Sappiamo che in questi giorni potresti avere esigenze particolari relative alla consegna. Per questo, se preferisci, puoi scrivere una nota al corriere per chiedergli di lasciare il tuo ordine davanti alla porta o in portineria.

Consegna Gratuita

Per andare incontro alla richiesta dell’intera comunità di evitare spostamenti, abbiamo attivato una serie di promozioni al fine di rendere la consegna a domicilio accessibile a tutti, a cominciare dalla consegna gratuita su tutti gli ordini fino al 3 Aprile. È sufficiente aggiungere il codice* CONSEGNAGRATUITA nell’area dedicata alle promozioni del tuo profilo prima dell’ordine per beneficiarne.

Ristoranti

Abbiamo chiesto ai ristoranti disponibili sulla piattaforma di assicurarsi che ogni sacchetto sia sigillato al fine di garantire l’integrità ed evitare contaminazioni esterne.

Ci auguriamo in questo modo di aiutare, nel nostro piccolo, la comunità a gestire una situazione sempre più complessa.

Il team di Uber Eats

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui