Hamburger. Come cuocerne 3 in 6 minuti anziché 8 è un rompicapo

Un gioco per tenere in forma la mente e cuocere alla perfezione gli hamburger

Tempo di lettura: 4 minuti

Stare tappati in casa a rimuginare foschi pensieri con la sola occupazione di procacciarsi il cibo non è certo una situazione particolarmente felice.

Stare chiusi in casa con i figli liberi da impegni scolastici e che, dopo il comprensibile entusiasmo dei primi giorni per l’inattesa vacanza, cominciano ad accusare la noia e si trascinano in pigiama tra il salotto e la cucina, è probabilmente ancora peggio.

Ovviamente non servono a distrarli né le lezioni scolastiche online né tantomeno la valanga di compiti assegnati, e dopo qualche giorno persino Playstation e videogiochi vari sembrano non riscuotere più l’interesse dei nostri amati pargoli.

E allora, cosa inventarsi per dare un po’ di bio alle giornate dei nostri figli in cattività, cercando di stuzzicare le giovani menti con qualcosa che non sia il cibo, unico interesse che spesso paiono avere le nostre amate creature soprattutto in età adolescenziale?

A venirci in soccorso potrebbero essere i giochi di logica, che, come riportato dal Corriere, potrebbero davvero essere un valido passatempo per i nostri figli (e anche per noi), uno strumento che permetterebbe loro di trascorrere un po’ di tempo a lambiccarsi il cervello in cerca di una soluzione distraendo nello stesso tempo la mente da altri pensieri più cupi.

E tra tutti i giochi di logica che si possono trovare in rete, sicuramente quello degli hamburger pare essere il più…”appetibile” per i nostri ragazzi, anche se la rete pullula di siti dove trovare altri interessanti rompicapo logici, oltre naturalmente a quelli proposti dal Corriere.

Ecco quindi in che cosa consiste il quesito dei tre hamburger.

hamburger

“Paolo vuole cuocere tre hamburger il più velocemente possibile. Ma sulla sua griglia ce ne stanno soltanto due per volta e ogni lato deve cuocere per 2 minuti. Qual è il metodo di cottura migliore per avere i tre hamburger a puntino nel minor tempo possibile?”.

E qui, se volete divertirvi, non proseguite la lettura. Se invece dopo mezz’ora di tentativi dovete prendere mestamente atto che le vostre capacità di deduzione logica sono leggermente arrugginite, allora proseguite.

La soluzione del rompicapo dei 3 hamburger

hamburger e vino


Sulla griglia c’è posto solo per due burger, quindi se Paolo ne mettesse due e li lasciasse cuocere due minuti per parte, in tutto impiegherebbe 4 minuti. Lo stesso tempo occorrerebbe per cuocere il terzo burger, da solo, quindi il totale sarebbe di 8 minuti.

Ma Paolo non è stupido e ha pensato che potrebbe cuocere tutti e tre i suoi hamburger in soli 6 minuti. Come?

Paolo dovrà mettere due hamburger sulla griglia per due minuti, poi ne girerà solo uno, mentre toglierà l’altro. Al posto del burger tolto, metterà il terzo burger, e dopodiché passerà a togliere il primo burgher rimettendo il secondo, che aveva tolto. Intanto girerà anche il terzo burger.

Il trucco, in pratica, sta nel far compiere delle cotture di due minuti a ognuno dei tre burger, alternandoli sulla griglia. E con soli tre passaggi di due minuti ciascuno per ogni lato dei burger (a1-b1; a2-c1;b2-c2), si arriva al totale di 6 minuti contro gli 8 che sarebbero stati necessari se Paolo avesse cotto in modo “canonico”.

Morale della favola: valeva la pena tanto sbattimento di meningi per risparmiare solo due miseri minutini, prima di addentare i nostri succulenti hamburger? Ai fini della cottura vera e propria forse no, ma come giochetto per tenere allenata la mente dei nostri pargoli in vacanza forzata probabilmente sì.

[Link: Corriere]

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui