“Peppe, paga tu gli affitti”: il video del ristoratore a Conte è virale

Pasquale Naccari de Il Vecchio e il Mare chiede come andare avanti se può contare solo su un terzo dei posti. Meglio aprire a settembre

Migliaia di like ed altrettante condivisioni per il video indirizzato al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte “Peppe” da Pasquale Naccari ristoratore di origini calabresi e proprietario de Il Vecchio e Il Mare, pizzeria di Via Gioberti a Firenze che annovera tra le sue fila il pizzaiolo Mario Cipriano, che prova ad applicare le misure di distanza tra tavoli e commensali nella corte del suo ristorante.

Il Vecchio e il Mare Firenze

Risultato, capienza ridotta a un terzo, 30 posti invece di 100.

Impossibile sostenere i costi di una riapertura in fase 2, è la sua conclusione.

Mi hanno bloccato!!! Strano!! Non voglio fare politica, ne mi interessa, ma voglio avere il diritto di protestare e magari essere la voce di tanta gente che non ci riesce. Se sei d’accordo condividi magari qualcuno ci ascolta. Più siamo più valiamo. Sto raccogliendo le proposte di tutti e domani 13 aprile alle 11:30 gliele cantiamo in una diretta tutti uniti!! Niente politica!!Bastaaaa!

Posted by Pasquale Naccari on Thursday, 9 April 2020

Meglio restare chiusi fino a settembre ed attendere tempi migliori.

Ma nel frattempo come pagare l’affitto e perché arrivano le bollette quando tutto è fermo e non c’è attività?

Mario Cipriano e Pasquale Naccari

Come pensare di riaprire pagando gli stipendi a tutti i dipendenti?

Sono le domande che tutta la ristorazione si pone senza riuscire a individuare soluzioni.

Siamo arance da spremere è la conclusione del ristoratore.

Che aggiunge

Mi hanno bloccato!!! Strano!! Non voglio fare politica, ne mi interessa, ma voglio avere il diritto di protestare e magari essere la voce di tanta gente che non ci riesce. Se sei d’accordo condividi magari qualcuno ci ascolta. Più siamo più valiamo. Sto raccogliendo le proposte di tutti e domani 13 aprile alle 11:30 gliele cantiamo in una diretta tutti uniti!! Niente politica!!Bastaaaa!

Il nuovo video del ristoratore “di Peppe” è uno stress

Se sei d’accordo condividi . E mandatemi proposte in posta , mi farò portatore delle vostre richieste . Ci vediamo Giovedì alle 11:30 per continuare la nostra lotta . W gli ITALIANI!!!

Posted by Pasquale Naccari on Monday, 13 April 2020

Ed ecco il video promesso con l’invito a mandare idee.

Se sei d’accordo condividi . E mandatemi proposte in posta , mi farò portatore delle vostre richieste . Ci vediamo Giovedì alle 11:30 per continuare la nostra lotta . W gli ITALIANI!!!

pizza Grigio del Casentino pizzeria Il Vecchio e il Mare Firenze

Intanto, il ristorante Il Vecchio e il Mare ha attivato il servizio di consegna a domicilio: “Ecco la nostra pizza più amata : la grigio del casentino!! Quella che vedete in foto è la versione senza glutine. Oggi 2 Aprile da Express riapriamo il servizio di delivery con JUST EAT Italia e Deliveroo oppure la consegna con i nostri fattorini direttamente a casa vostra chiamando allo 055/2025951, anche con il SENZA GLUTINE certificato da AIC Toscana. Siamo tornati per venire incontro alle esigenze di tutti”.

9 Commenti

  1. Dico solo fantastico, spero solo che non sia inutile tutto questo, ma porti a qualcosa di costruttivo. Sono d’accordo su tutto quello che dici, ma per cambiare, ci vuole altro. R. G.

  2. I politici prima di chiedere sacrifici devono dare il buon esempio dimezzandosi gli stipendi per tutta la durata della chiusura e devolverlo a fondo di solidarietà per i bisognosi tipo Caritas

  3. Giusto per essere in tema di sacrifici che ci attendono per anni devono impegnarsi oggi a dimezzare le aliquote e concentrare tutto sugli evasori ma dopo averle ridotte , nello stesso esercizio fiscale.

  4. Sempre per lanciare una idea di speranza oggi devono decretare per dimezzare la burocrazia riordinando tutte le leggi in unica ed aggiornata normativa stabilendo che quello non vietato espressamente è consentito con semplice comunicazione. Inoltre tutti devono essere obbligati a fare il loro dovere e lavoro nel pubblico con pene e responsabilità per tutte le inadempienze e colpe incominciando dai magistrati sino all’ultimo usciere Solo così l’Italia si puó salvare.
    Per ultimo è non ultimo i carcerati devono lavorare con paga regolare ma che deve servire a pagare i danni fatti.
    Programma di costruzione di nuove carceri in tutte le regioni o adattamento delle caserme inutilizzate. Senza carceri non c’è pena e senza pena non c’è giustizia.

  5. Coglion..e ce un virus in giro…. e tipo un un’incidente il presidente non centra niente se lo stato deve aiutare tutti affondiamo per sempre. Bisogna mangiare pane cippola e smettere con certi vizi pippa di meno!!!!!

  6. lo stato a fatto chiudere tutto lo stato deve pagare per far ripartire le imprese con soldi a fondo perduto non con prestiti alle banche diversamente sarà un macello di aziende chiuse. e dopo altro che pane e cipolla.

  7. Se tutta questa gente avesse pagato le giuste tasse non ci sarebbe mai stata una carenza di ospedali e posti letto in rianimazione al punto di chiudere tutto e chissà per quanto tempo.
    Quanto guadagnava al giorno questo tizio? quanto dichiarava?

  8. Sono commossa per questo ristoratore,la sua disperazione mi fa stare male spero che i governanti vedano questo video e intervengano al più presto per lui e per tutti gli autonomi di imprese piccole o grandi che siano,non si può fare arrivare a questo malessere per chi ha famiglie e responsabilità proprie e delle famiglie dei dipendenti. Tutta la mia vicinanza e solidarietà a questo titolare che è sicuramente un uomo che ama il suo lavoro e che sta soffrendo,miei auguri per un futuro pieno di successi e di serenità. In bocca al lupo e buona vita. Pregherò per te 🙏

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui