La birra migliore? Quella che beviamo con tutti 5 i sensi

Bere una birra nel migliore dei modi presuppone l'utilizzo di tutti i 5 sensi. Solo così possiamo vivere una vera e propria esperienza sensoriale. Vediamo come

Tempo di lettura: 4 minuti

Per raccontarvi la birra migliore iniziamo dal mangiare. Sì, perché esistono due modi di mangiare.

Il primo: ci fiondiamo sul cibo senza neanche far caso all’impiattamento. Ficchiamo tutto in bocca e deglutiamo senza fare attenzione a ciò che abbiamo ingerito.

L’altro: degustiamo. Osserviamo come è stato disposto il cibo sul piatto. Lasciamo che il profumo pervada le narici e assaggiamo lentamente, boccone dopo boccone, gustando ogni possibile sapore.

Se nel primo caso mangiamo solo con il senso del gusto, nel secondo ne coinvolgiamo altri vivendo così un’esperienza più completa.

Come bere la birra migliore

Birra in bicchiere

Quando beviamo una birra è esattamente la stessa cosa. Possiamo avventarci sul bicchiere finendola in un paio di grandi sorsate, oppure assaporare quella birra, viverla, mettendo in gioco tutti e 5 i nostri sensi.

Nella mia carriera di publican, quando spiego che per bere una birra si possono utilizzare tutti i sensi, spesso i miei interlocutori mi guardano come se fossi un marziano. In realtà, questo è l’unico modo per trasformare una semplice bevuta nella birra migliore di sempre. Una vera esperienza sensoriale.

Ma in che modo è possibile? Ve lo spiego subito.

1. La vista e la birra migliore

birra nel bicchiere

Anche se a prima impressione può sembrare strano, la vista è molto importante per bere al meglio una birra. Il primo motivo è molto semplice: anche l’occhio vuole la sua parte. Attraverso la vista puoi già pregustare la freschezza della birra già dalla bellezza del bicchiere, del colore e della schiuma.

E puoi anche osservare una cosa importante, ossia se il bicchiere è stato precedentemente pulito e sgrassato con cura, step fondamentale per poter assaporare al meglio una birra. Ho spiegato come riconoscere un bicchiere pulito da uno sporco in questo articolo.

2. L’udito

alla spina

Quando una birra viene spillata, sgorga dalla spina come una piccola esplosione. In questo momento, chiudi gli occhi e cerca di immaginare la birra che esce e che riempie il bicchiere. Cosa proveresti se il suono fosse leggero e debole? E cosa invece, se il suono fosse più scrosciante, solenne?

Ci scommetto: hai già l’acquolina in bocca. Ecco perché è importante anche imparare ad ascoltare una birra.

3. Il tatto

nel bicchiere

Anche toccare il bicchiere suggerisce al cervello quello che deve aspettarsi. Afferrare il manico di un boccale ti fa probabilmente pensare alla birra tedesca, da gustare a sorsi più grandi, mentre una coppa di birra belga d’abazia ti preparerà probabilmente a degustare la birra in sorsi più piccoli.

4. L’olfatto

Teo Musso birra

Sia il tipo di ingredienti utilizzati per la birra sia la produzione stessa donano alla birra un particolare e unico aroma, un’esplosione di profumi che vengono sprigionati quando avviciniamo le nostre narici.

E allora perché non farci rapire da questo profumo unico e cercare di intuire il tipo di birra che stiamo bevendo proprio facendoci guidare dal nostro olfatto.

5. Il gusto

bere birra

Infine, il senso più soddisfacente quando parliamo di bere una birra: il gusto! Attraverso il gusto, infatti, andiamo come a completare il puzzle che abbiamo costruito con gli altri sensi, la tessera di puzzle mancante che ci farà scoprire non solo il sapore della birra ma anche qualcosa che non è possibile captare con gli altri sensi, ossia il retrogusto.

Adesso sai come degustare una birra attraverso i tuoi cinque sensi e da adesso, ogni tua bevuta non sarà più una semplice bevuta ma una nuova esperienza sensoriale da vivere nella sua interessa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui