No grazie, non sono entomofago!

Tempo di lettura: 2 minuti

Mi è venuto un mezzo colpo leggendo la notizia dello scarafaggio ritrovato nel panino di McDonald’s in quel di Salerno.

I miei figli raramente fanno una puntatina qui a Roma dal paninaro più famoso del mondo. Posologia molto, molto diradata, ma è capitato che la compagnia degli adolescenti si segga al fast tavolo. E le domande negli ultimi tempi non mi sono mancate. Il Mac Italy di Zaia è abbastanza italiano? Quanto è buona (o cattiva) la carne degli hamburger di McDonald’s? I polli dei Chicken Nuggets vivono prigionieri in celle 4×4? E come la mettiamo con l’Escherichia coli, il batterio che può annidarsi nella carne bovina tritata?

mangiare-insetti-cavallette

In un crescendo di ansia per quello che viene servito nel più chiacchierato dei fast food, la notizia sul panino con l’ospite indesiderato al Mc Donald’s di Via Trento, a Salerno, non contribuisce certo a sedare gli animi dei gourmet di fronte all’incontenibile successo della Emme di oltreoceano. Ad ingrossare lo spartiacque tra i favorevoli e i contrari ci voleva pure uno scarafaggio.  L’inattesa blatta si annidava nel sandwich dove un bambino, in compagnia dei suoi genitori, si apprestava a spalmare la maionese. Subito la chiamata dei Nas, la corsa all’ospedale e un vomito inarrestabile, non foss’altro che per l’orripilante visione. Ora i genitori annunciano azioni legali mentre l’Asl, accorsa per ispezionare i locali di Via Trento, annuncia che, in assenza di anomali riscontrate, il locale può restare aperto.

Eventi di ospiti inattesi capitano in ogni dove. Ricordo ancora con orrore un topo sfrecciante da Hyppopotamus a Parigi. Il vero problema sono sempre i controlli. Se una multinazionale che fa dell’immagine e della comunicazione una leva di attrazione incappa in un accidente del genere, cosa potrebbe succedere in uno delle migliaia di punti di ristorazione indipendenti sparsi in Italia o in qualche ristorante che si approvvigiona con materie prime di dubbia provenienza?

Ora il dibattito è aperto: lo scarafaggio vien dal mare? I primi caldi del litorale (sporco) sono i responsabili del traffico di ratti e scarafaggi, più volte denunciati dai cittadini di Salerno? In attesa di conoscere la verità, ci resta una certezza: il Mc Donald’s di via Trento ha un cliente in meno.

O potremmo iniziare a praticare l’entomofagia alla Jan Fabre?

Gerard-Rancinan-Jan-Fabre-insetti

Foto: qui, qui e qui

6 Commenti

  1. 25 tonnellate di cibo etnico sequestrato nelle ultime due settimane dai Nas non sono uno scherzo! Nel caso dei prodotti provenienti da paesi non europei il problema dei livelli di igiene e sicurezza alimentare è a dir poco allarmante!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui