Festa a Vico 2010. I Big alle Axidie, martedì 25

Tempo di lettura: 5 minuti

Una grande festa con i Big della cucina italiana. Nessun obiettivo di competizione. Le Axidie, complesso turistico sulla spiaggia di Seiano, ospitano sulla terrazza a mare l’happening gastronomico per eccellenza, martedì 25 maggio. Un momento di grande divertimento in cui vengono messi da parte giudizi e critiche. Dagli 11 chef della prima puntata si è passati ai circa 150 si questa edizione 2010 di cui la metà ascritti nel registro delle Stelle. Ecco chi sono i Big della Cucina Italiana e cosa prepareranno a Vico Equense (lista con possibilità di modifiche dell’ultima e anche penultima ora) per festeggiare il tema del Cibo da Strada. Ad averne di chioschetti del genere!

(La Festa a Vico è aperta al pubblico seppure in maniera limitata. E’ possibile effettuare una donazione con bonifico bancario che permette di accedere alla terrazza delle Axidie limitatamente al numero di posti disponibili. Quest’anno la Festa a Vico scende in campo per sostenere il progetto Syncope Unit dell’Ospedale Santobono di Napoli. Tutte le informazioni sono sul sito della festa).

festa-a-vico-2010-gennaro-esposito-terrazza1

ACCURSIO CRAPARO
La Gazza Ladra
Me(c)rluzzo con fishburger, lattuga e pomodoro

ALBERTO FACCANI
Magnolia
Passatelli asciutti con lumachine in porchetta

ALESSANDRO NEGRINI
Il luogo di Aimo e Nadia
Bon bon di vitello, maiale e frattaglie alla piöda con pomodoro e profumo di zenzero

ANDREA BERTON
Il Ristorante Trussardi Alla Scala
Pappa al pomodoro, crema di piselli con fave crude e acciughe al pecorino

ANDREAS ZANGERL
Casa Grugno
fish & chips

ANNA DENTE
Osteria San Cesareo
Gnocchetti a coda de soreca a la Matriciana

ANTONELLA RICCI
Al Fornello
Gelato

ANTONINO CANNAVACCIUOLO
Villa Crespi
Musetto di maialino, purea di sedano rapa al caffè

ANTONIO PISANIELLO
La locanda di Bù
Hamburger crudo di … con avocado e maionese di agrumi

AURORA MAZZUCCHELLI
Ristorante Marconi
Battuta d’oca di razza romagnola con salsa d’uovo al tè affumicato

CHRISTIAN E MANUEL COSTARDI
Da Cinzia
Risotto carnaroli ai bocconcini di coniglio e foie gras, salsa ai formaggi piemontesi

CORRADO FASOLATO
Met Restaurant
Bisi, bisato e baccalà

CRISTINA BOWERMAN
Glass Hostaria
Un bacio romano

DANILO BEI
Emilio
Seppia con piselli

DANILO DI VUOLO
Maxi Hotel Capo la Gala
A pall’ e ris O panin ca tripp e mevz

DAVIDE PALLUDA
All’enoteca
Ciabatta di fegato grasso del signor duperier e fragole di tortona

DAVIDE SCABIN
Combal Zero
Conchiglie di montagna

DOMENICO PICHINI
Il tufo allegro
Panino toscano con porchetta di cinta senese

ERNESTO IACCARINO
Don Alfonso 1890
Panzerotto di pasta cresciuta

FILIPPO CHIAPPINI DATTILO
Antica Osteria del Teatro
Panino

FRANCA CECCHI
Romano
Crostini con le arselle (telline)

FRANCESCO BRACALI
Bracali
Flan di gorgonzola con cioccolato bianco, olive, capperi e pomodori secchi

FRANCESCO SPOSITO
Taverna Estia
Bignè al nero di seppia su salsa di peperoni arrostiti

GIACOMO DE SIMONE e ARCANGELO MARESCA
Le Axidie
Calamari e patate nascosti nel pacchero

GIAMPIERO VIVALDA
Antica corona reale da Renzo
Trippa di vitella piemontese lavata a mano, in umido, agli asparagi di santena.

GIANCARLO MORELLI
Osteria del Pomiroeu

GIANPAOLO RASCHI
Guido
Saraghina di Romagna

GIOVANNI SANDRI
Agata e Romeo
Minestra di broccolo romanesco e arzilla

GIULIANA SARAGONI
Locanda al Gambero Rosso
Tortelli alla lastra Polpette
Basotti

GIUSEPPE MANCINO
Principe di Piemonte
Ciabattina al lievito naturale  fegato d anatra peperoncini verdi al pomodoro e ricotta di bufala

HERBERT HINTER
Zur
Rose Pralina di ricotta in crosta di pane e peperoni stufati

KARL BAUMGARTNER
Schoneck
Trippa piccante alla maniera dello chef su polenta cremosa di storo

LINO SCARALLO
Palazzo Petrucci
Panino ricordo di famiglia

LUCIANO ZAZZERI
La Capannina
Panino con la trippa di rana pescatrice

MARCELLO LEONI
Il Sole di Trebbo
Marshmallow di mortadella e pistacchio

MARCO BISTARELLI
Il Portale
Cotechino arrostito, gambero rosso scottato, salsa al caramello speziato

MARCO SACCO
Piccolo Lago
Spiedino, marinata, batida de coco

MASSIMO BOTTURA
Osteria Francescana
Tortellini tradizionali modenesi in crema densa di parmigiano reggiano

MASSIMO CAMIA
Locanda nel borgo antico
Cubo di scamone con fondo bruno mantecato al gran padano e finissima di porri fritti

MASSIMO MANTARRO
Principe Cerami, San Domenico Palace
Zuppetta di pomodoro tondo liscio con bavarese di ragusano dop e croccante di pane casareccio

MASSIMO SPIGAROLI
Antica Corte Pallavicini – Cavallino Bianco
L’anguilla in agrodolce con uvetta, germogli d’orto e pinoli

MORENO CEDRONI
La Madonnina del Pescatore
Scatoletta di pesce gusto simmenthal

NIKO ROMITO
Il Reale
Bomba fritta

NINO DI COSTANZO
Il Mosaico
Pane, pomodoro, mozzarella e basilico

OLIVER GLOWIG
L’Olivo del Capri Palace
Melanzane e cioccolato

PAOLO BARRALE
Marennà
Brioche -sorbetto di mandarino tardivo, spuma di mascarpone e zafferano

PAOLO TEVERINI
Mangiocando

PEPPE GUIDA
Nonna Rosa
Crocchè
PIETRO D’AGOSTINO
La Capinera
Tonno sì, ma a modo mio

PINO CUTTAIA
La Madia
Panino di muffa letto con tonno

RAFFAELE VITALE
Casa del nonno 13
Pane e pomodoro

RENATO MARTINO
Vairo del Volturno
Il bufalo e le sue parti meno nobili

RICCARDO AGOSTINI
Il Piastrino
Gioco di patate farcite di ricotta, asparagi di bosco e crema d’uovo
Pane e raveggiolo al sambuco

MARCO PARIZZI
Ristorante Parizzi
Insalata di filetto di maiale affumicato con misticanza parmigiano giovane e tartufo nero

ROBERTO CEREA
Da Vittorio
Risotto con crema di piselli dolci e morbido di pancetta

ROMANO GORDINI
La Parolina
Fiori di zucchina, ripieni di gelato di peperoni fritti
STEFANO MAZZONE
Grand Hotel Quisisana
Caprese affumicata in carrozza

THOMAZ KAVCIC
Pri Lojzetu

TIZIANO e MASSIMO DELLA FERRERA
Trattoria la Coccinella
Cipolle Cotte al Sale Ripiene

VALERIA PICCINI
Da Caino
Panino con il lampredotto

VINCENZO CANDIANO
Locanda Don Serafino
Arancino crudo di vitello in crosta di risotto allo zafferano farcito di stracciatella di bufala

VITTORIO FUSARI
Dispensa pani e vini
Mangiar per strada

WALTER FERRETTO
Il Cascinale Nuovo
Gallina bionda di Villanova sott’olio vergine con peperoni e porcini all’agro

festa-vico-2010-big-axidie

Foto: Francesco Arena

2 Commenti

  1. A leggere l’elenco delle preparazioni c’è da restare senza parole! E’ come andare contemporaneamente nei migliori ristoranti! Gustare in simultanea il meglio della cucina italiana. C’è tradizione e ironia, c’è il Sud e il Nord. Un po’ di unità d’Italia nel piatto. Beato a chi ci va!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui