Come fare il rustico napoletano per la pausa pranzo

Andate di corsa ma volete mangiare qualcosa di buono in pausa pranzo? Ecco una ricetta che fa per voi!

Ricette

Qualcuno leggendo questo classico della cucina napoletana potrebbe inorridire: un rustico con il guscio dolce e con lo strutto nella pasta frolla.
Io vi assicuro che è una delle cose più buone che possiate mangiare a Napoli in una pausa pranzo in rosticceria o pasticceria.
Certo, preparato in casa è tutta un’altra storia.
La frolla allo strutto, che io uso spesso anche per le classiche crostate di marmellata, è particolarmente friabile ed è l’ideale per le preparazioni rustiche sia dolci che salate.

Ingredienti

Pasta frolla
400 g farina
180 g sugna
4 tuorli
100 g zucchero
1 pizzico di sale

Ripieno
400 g ricotta
200 g fiordilatte ben asciutto (possibilmente tenuto in frigo per almeno una notte)
4 cucchiai parmigiano
1 uovo
150 g salame napoletano
pepe
sale

rustico-napoletano-ricetta-preparazione

Preparazione

Prepara la frolla come sei abituati a fare: io metto tutti gli ingredienti nel Kenwood e con la foglia impasto.
Forma un panetto e lascia riposare in frigo per qualche ora.
Nel frattempo amalgama la ricotta con l’uovo, il parmigiano, un pizzico di sale, il fiordilatte, il salame a pezzetti ed il pepe.
Rivesti con 3/4 della pasta frolla circa 15 stampini ovali smerigliati, bucherella il fondo con i rebbi di una forchetta e fai riposare una decina di minuti in frigo.
Riempi abbondantemente gli stampini con il ripieno di ricotta e ricopri con la pasta frolla che ti è avanzata, avendo poi cura di bucherellare il coperchio di frolla per evitare che si sollevi.
Cuoci a 180° per 20/25 minuti circa.
Puoi utilizzare anche uno stampo unico tondo dal diametro di 26 cm.

[Lydia Capasso]