La Adn Group Monaldi è l’azienda delle uova sequestrate nel veronese

Tempo di lettura: 2 minuti

La-sede-legale-dell’azienda-a-Pescantina-DIENNE-FOTO-

Ecco il nome e il cognome dell’azienda con stabilimento nel veronese in cui sono state sequestrate 10 milioni e 300 mila uova per un valore di 2 milioni di euro. Si tratta della Adn Group, una controllata della F.lli Monaldi SpA con sede operativa nelle Marche in provincia di Ascoli Piceno (CE IT 12 OV – CE IT 48 OV – CE IT 6 OV). Ne danno notizia il Giornale di Vicenza e L’Arena di Verona.

La Adn Group ha invece la sede operativa a via Nogarole Rocca a Vigasio e la sede legale a Pescantina. Come detto, la ditta è specializzata nella fornitura di ovoprodotti destinati alle industrie dolciarie nazionali.

La scoperta è avvenuta per un riscontro su controlli preventivi disposti dalla sede centrale dei Nas a Roma in vista degli approvvigionamenti autunnali necessari alle aziende del settore per sfornare i dolci natalizi, panettoni e pandori in primis.

Il cattivo stato di conservazione del magazzino in cui erano stoccate le uova rotte ha determinato il sequestro penale dell’intera partita di uova e il sequestro di una delle celle frigorifere. Non sono stati apposti i sigilli a tutta l’azienda anche se è stata richiesta all’autorità sanitaria l’inibizione all’uso di tutta l’intera linea di lavorazione almeno fino a quando non saranno ristabiliti i corretti standard igienici.

Intanto l’avv. Nicola Avanzi, legale della Adn Group, smentisce le notizie diffuse sostenendo che le uova sequestrate non erano marce, il magazzino sotto accusa non è utilizzato per le uova e comunque quelle destinate a panettoni e pandori vengono sgusciate immediatamente.

Soddisfazione da parte della Coldiretti per l’operazione dei Carabinieri: “Con oltre nove italiani su dieci che durante il periodo di Natale consumano dolci l’operazione dei Nas dei Carabinieri è importante per garantire la sicurezza a tavola in un momento importante per le famiglie”. Coldiretti stima che in Italia siano prodotti per Natale più di cento e dieci milioni tra pandori e panettoni.

La speranza è che questo sia un evento isolato in considerazione dell’aumento di richieste del mercato in vista delle feste natalizie. Già hanno fatto sentire la loro voce la Melegatti e la Bauli che hanno smentito ogni tipo di rapporto con l’azienda fornitrice di ovoprodotti.

nas-foto-apcom

Foto: Apcom, Dienne Foto

[Fonti: ilgiornaledivicenza, L’Arena]

3 Commenti

  1. vorrei chiedere???? ma se non fosse vero tutto cio come credo sia…..i danni chi li paga (cause avvocati risarcimenti) .. noi popolo italiano o gli organi di controllo ?????

  2. L’azienda Monaldi mette in cassa integrazione i dipendenti di pescantina dal 1* gennaio 2012, dopo 5 di incapacità gestionale.
    Con la scusa della ristrutturazione aziendale probabilmente il gruppo dei dipendenti rimanenti dalla vecchia amministrazione pasquali, rimane definitivamente a casa.
    Si tenga conto che stanno ristrutturando per porre a norma allevamenti a terra entro il 2012.
    Bravi e seri quelli del sud!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui