Wikileaks gastronomico. Le liste dell’imbarazzo finiscono anche a tavola

Tempo di lettura: 1 minuto

Wikileaks-piatto-bottC

I festini e le cene di Berlusconi che finiscono con il nazionalissimo gelato tricolore sono diventati oggetto di preoccupazione per Hillary Clinton (dormirà a sufficienza con tutto questo lavoro notturno usurante?). Ok, il Presidente del Consiglio ci ha riso sopra le 3.000 “intercettazioni” di mail riservate che riguardano fatti, fatterelli e misfatti italiani. Ma noi vorremo sapere se le mail che sono arrivate a scattidigusto sono verosimili:

1. Al Baby di Roma è andato [censurato]

2. Ad Eataly Roma lo Chef Resident sarà [censurato] che viene dalle Marche

3. Gusto a Roma si è accaparrato la consulenza del miglior chef romanesco [censurato] che movimenterà ulteriormente la scena gastronomica della Capitale

4. A Milano è nata una nuova società tra lo chef [censurato] e il sommelier [censurato] per trasferirsi nel quartiere [censurato]

5. È stata scoperta la nuova osteria [censurato] a Modena che si candida a prendere la stella Michelin per il piatto [censurato] nato in esclusiva per il gastrofanatico [censurato] mentre era in corso [censurato]

9 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui